collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

Rimessa di veicoli
ricovero veicoli, natanti, imbarcazioni, garage, parcheggio, posteggio, autorimessa

Descrizione

L'attività di “rimessa di veicoli” consiste, propriamente, nella gestione di locali o spazi all'aperto, appositamente adibiti ed attrezzati, per la temporanea custodia, dietro compenso, di vetture, motocicli, biciclette, roulottes o caravans; è un'attività privata gestita in forma imprenditoriale.

La rimessa di veicoli può anche consistere in un “parcheggio a pagamento”, al coperto o a cielo libero: il parcheggio a pagamento è un servizio pubblico, che viene dato in concessione ed ha ad oggetto il suolo pubblico, ovvero, il luogo in cui chiunque può effettuare una sosta, anche solo di alcune ore nell’arco della giornata, con l’obbligo, da parte del gestore di rilasciare uno scontrino dietro il pagamento di un corrispettivo; l’attività può essere gestita direttamente dal comune o affidata dallo stesso ai privati, mediante rilascio di un’apposita concessione di servizi pubblici, nella quale sono individuate le aree da adibire a parcheggio a pagamento e le relative tariffe.

Gli esercenti rimesse di veicoli hanno l'obbligo di annotare su apposita ricevuta, valida anche ai fini tributari, date di ingresso e di uscita, marca, modello, colore e targa di ciascun veicolo ospitato. Dall'annotazione dei dati sono esonerati tutti i veicoli ricoverati occasionalmente nel limite massimo di due giorni e i veicoli ricoverati con contratto di custodia.
L'attività è iscrivibile all'Albo delle imprese Artigiane.

Ultimo aggiornamento: Mon Oct 02 16:40:00 CEST 2017

Requisiti

Per l’avvio o l’esercizio dell’attività sono necessarie due tipologie di requisiti:

a) REQUISITI SOGGETTIVI, che attengono all’impresa che gestisce l’attività (ditta individuale o società);


1) Requisiti morali, previsti per i soggetti indicati dall’art. 85 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli artt. 1 e 2 della Legge 13 agosto 2010, n. 136);

2) Requisiti morali previsti dall'art. 11, comma 2 del T.U.L.P.S. approvato con R.D. 773/31: devono essere posseduti dal titolare o dal legale rappresentante.

b) REQUISITI OGGETTIVI, che riguardano invece i locali ove l’attività viene svolta.

Le attività di rimessa devono rispettare i regolamenti locali di polizia urbana e i regolamenti di igiene e sanità, i regolamenti edilizi e le norme urbanistiche, nonché quelle relative alle destinazioni d'uso, le norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro previste dal D. Lgs. n. 81/2008, la normativa di prevenzione incendi.

 

Ultimo aggiornamento: Mon Oct 02 16:40:00 CEST 2017

Regime avvio

L'avvio dell'attività di rimessa è soggetto a segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA).

Il regime per l'avvio dell'attività è previsto dalla SEZIONE I- AtTIVITA' COMMERCIALI E ASSIMILABILI-PUNTO 7 -AUTORIMESSE Attività n. 86 pag. 65 -della tabella A allegata al D. Lgs. 25 novembre 2016, n. 222, recante “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124”.

Prima di iniziare la compilazione consultare le schede descrittive delle attività di competenza del SUAP:


Ultimo aggiornamento: Mon Oct 02 16:40:00 CEST 2017

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Mon Oct 02 16:40:00 CEST 2017

Controlli

I controlli sull'attività sono svolti dalla Prefettura.

Ultimo aggiornamento: Mon Oct 02 16:40:00 CEST 2017

Normativa

  • D.P.R. 19 dicembre 2001, n. 480 Regolamento recante semplificazione del procedimento di autorizzazione per l'esercizio dell'attivita' di rimessa di veicoli e degli adempimenti richiesti agli esercenti autorimesse;
  • D.M. 01/02/1986 Norme di sicurezza antincendi per la costruzione e l'esercizio di autorimesse e simili;
  • Decreto 21 febbraio 2017Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di autorimessa” in vigore dal 1° aprile 2017;
  • D. Lgs 6 settembre 2011, n. 159 Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonche' nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136;
  • D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252 Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia.
Ultimo aggiornamento: Mon Oct 02 16:40:00 CEST 2017