per avviare e gestire un'attività

Strutture residenziali, semiresidenziali e a ciclo diurno per minori
comunità, alloggio, centro, integrazione, minori, ATECO 87.90.00

Le strutture residenziali, semiresidenziali e a ciclo diurno che offrono servizi socioeducativi e socioassistenziali a favore di minori in condizione di disagio e vulnerabilità, sono soggette ad autorizzazione ed accreditamento.

Le tipologie di strutture sono le seguenti:

  • comunità familiare;
  • comunità socio educativa
  • comunità bambino-genitore
  • alloggio ad alta autonomia
  • comunità per l’integrazione sociale e socioculturale
  • centro diurno socio educativo.

 

L’accreditamento consiste nel riconoscimento del possesso di specifici requisiti di qualità ed è condizione per stipulare convenzioni e accordi con i soggetti pubblici.

REQUISITI SOGGETTIVI:


1) Requisiti morali, previsti per i soggetti indicati dall’art. 85 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159.

2) Requisiti morali, previsti dall'art 4 del Regolamento approvato con Decreto del Presidente della Regione 7 dicembre 2022, n. 0158/Pres. 

 
L’autorizzazione ha carattere personale ed è rilasciata alla persona fisica qualificata come titolare e rappresentante legale della struttura in possesso di determinati requisiti di onorabilità previsti all’articolo 4 del Regolamento.
 
In caso di somministrazione pasti sono necessari i requisiti professionali previsti per la somministrazione in luoghi non aperti al pubblico.
 
 
REQUISITI OGGETTIVI:

 

Per ottenere l'autorizzazione al funzionamento le strutture devono possedere i requisiti di carattere strutturale, igienico sanitario, organizzativi e gestionali previsti, in relazione alle diverse tipologie, nell’allegato B), Sezione I, del Regolamento.

 

Per ottenere l’accreditamento  le strutture devono possedere l'autorizzazione al funzionamento in corso di validità e i requisiti generali e specifici, individuati in relazione alle diverse tipologie, definiti nell’allegato B), Sezione I e II del Regolamento.

L'avvio del servizio è soggetto a domanda.

Il regime per l'avvio dell'attività è previsto dall'art 6 del Regolamento approvato con Decreto del Presidente della Regione 7 dicembre 2022, n. 0158/Pres. 

 

 

Diagrammi di flusso dei procedimenti amministrativi

Consulta la pagina dedicata

 

L'autorizzazione è rilasciata entro 90 giorni dalla presentazione della domanda.

Prima di avviare la compilazione si consiglia di:

  • consultare la Guida alla compilazione telematica
  • scegliere il procedimento dalla lista disponibile sul lato destro di questa scheda, per conoscere i moduli da compilare e gli allegati.

I controlli sono effettuati da:

 

  • L.R. 31 marzo 2006, n. 6 Sistema integrato di interventi e servizi per la promozione e la tutela dei diritti di cittadinanza sociale
  • Decreto del Presidente della Regione 7 dicembre 2022, n. 0158/Pres. recante Regolamento per la disciplina delle procedure di autorizzazione, vigilanza e accreditamento delle strutture residenziali, semiresidenziali e a ciclo diurno che svolgono attività socioassistenziali, socioeducative e sociosanitarie a favore di minori e per la determinazione dei criteri e delle modalità di iscrizione e tenuta del registro di tali strutture, in attuazione degli articoli 31 e 33 della legge regionale 31 marzo 2006, n. 6 (sistema integrato di interventi e servizi per la promozione e la tutela dei diritti di cittadinanza sociale)
  • D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
Ultimo aggiornamento: 29/02/2024