collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Produzione e confezionamento detergenti
detersivi, detergenti, preparato per lavare, tensioattivi, additivi

Descrizione

Per detersivo o detergente sintetico si intende qualsiasi prodotto la cui composizione sia stata appositamente studiata per concorrere allo sviluppo del processo detergente e che contenga elementi essenziali, tensioattivi sintetici, ed eventuali elementi secondari quali coadiuvanti, rinforzanti, cariche, additivi ed altri elementi accessori.


 

Ultimo aggiornamento: Sat Feb 03 16:40:00 CET 2018

Requisiti

Per l’avvio o l’esercizio dell’attività sono necessari:

 

a) REQUISITI SOGGETTIVI:

 

1) Requisiti morali di tutti i soggetti indicati dall’art. 85 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli artt. 1 e 2 della Legge 13 agosto 2010, n. 136);


b) REQUISITI OGGETTIVI:

Deve essere garantita l'osservanza delle disposizioni igienico-sanitarie vigenti, in particolare la messa in opera o la predisposizione durante il ciclo produttivo di idonee cautele per la salvaguardia dei lavoratori e dell’ambiente.

Ultimo aggiornamento: Sat Feb 03 16:40:00 CET 2018

Regime avvio

L'esercizio di stabilimenti di produzione, preparazione e confezionamento di detersivi o detergenti sintetici è soggetto al rilascio di autorizzazione sanitaria.

E' previsto il versamento dei diritti sanitari, che vengono determinati dopo l'emanazione del parere da parte dell'Azienda per l'assistenza sanitaria competente per territorio.

I termini per il rilascio del provvedimento unico sono fissati in 30 giorni.

 

L'attività può essere collegata ad altre attività di competenza del SUAP:

Ultimo aggiornamento: Sat Feb 03 16:40:00 CET 2018

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

 

Ultimo aggiornamento: Sat Feb 03 16:40:00 CET 2018

Controlli

I controlli sono svolti da:

  1. Il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, le regioni ed il sindaco esercitano la vigilanza, nell'ambito delle rispettive competenze, sui tensioattivi e i preparati destinati alla detergenza sia in ambito produttivo che commerciale. Il sindaco dà notizia all'autorità regionale ed al ministro della sanità del provvedimento di autorizzazione. Il sindaco, qualora accerti l'esistenza di prodotti non rispondenti ai requisiti indicati dalla legge, ordina il sequestro e provvede alla destinazione dei prodotti stessi su direttive del Ministro della sanità.
  2. Il controllo igienico-sanitario sulle attività è esercitato dalle Aziende per l'Assistenza Sanitaria e da ARPA.
Ultimo aggiornamento: Sat Feb 03 16:40:00 CET 2018

Normativa

  • Legge 26 aprile 1983, n. 136 Biodegradabilita' dei detergenti sintetici;
  • D.P.R. 5 aprile 1989, n. 250 Approvazione del regolamento di esecuzione della legge 26 aprile 1983, n. 136, concernente la biodegradabilita' dei detergenti sintetici, nonche' abrogazione del regolamento di esecuzione della legge 3 marzo 1971, n. 125, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 12 gennaio 1974, n. 238, concernente la medesima materia,
  • D.P.R. 6 febbraio 2009, n. 21 Regolamento di esecuzione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 648/2004 relativo ai detergenti

 

Mezzi di ricorso

Cosa succede se l'autorizzazione viene rifiutata? Avverso il diniego di autorizzazione è possibile esperire ricorso al Tribunale amministrativo regionale. Il ricorso al TAR, ai sensi dell'art. 21 della L. n. 1034/1971, deve essere proposto entro il termine di sessanta giorni dalla notificazione dell'atto impugnato o della sua effettiva conoscenza.

Ultimo aggiornamento: Sat Feb 03 16:40:00 CET 2018