collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Mostra mercato
vendita effettuata da hobbisti e collezionisti, mercatino dell'antiquariato, mercatino dell'usato, mostra di fiori e piante, mostra di quadri, mostra numismatica e filatelia, artigianato

Descrizione

Per “manifestazioni fieristiche” si intendono le attività commerciali svolte in via ordinaria in regime di diritto privato e in ambito concorrenziale per la presentazione, la promozione o la commercializzazione di beni e servizi in un determinato luogo, per un periodo di tempo limitato, il cui accesso può essere consentito alla generalità del pubblico oppure circoscritto a specifici gruppi o categorie di operatori professionali del settore o dei settori economici interessati. Le manifestazioni fieristiche si riferiscono unicamente all’attività di vendita, mentre ne rimane esclusa la somministrazione di alimenti e bevande. Le manifestazioni fieristiche si svolgono secondo le seguenti tipologie:
Le mostre-mercato sono limitate ad uno o più settori merceologici omogenei o connessi fra di loro, aperte alla generalità del pubblico, dirette alla promozione e anche alla vendita immediata o differita dei beni e dei servizi esposti.
Ospitano anche operatori non professionali, c.d. artisti/hobbisti, non devono pertanto essere confuse con le Fiere disciplinate dalla L.R. 29/05, riservate ad operatori professionali dell’area pubblica, ne’ con le attività svolte nei quartieri fieristici (c.d. Enti_Fiera) cui accedono operatori professionali all’ingrosso o al dettaglio e che normalmente rivestono rilevanza internazionale, nazionale o  regionale.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Requisiti

Per l’avvio o l’esercizio dell’attività sono necessari
a) REQUISITI SOGGETTIVI:

Requisiti morali di tutti i soggetti indicati dall’art. 85 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159

 

b) REQUISITI OGGETTIVI:

Le manifestazioni fieristiche di rilevanza locale sono disciplinate dai Comuni con Regolamento; l'effettuazione di manifestazioni fieristiche può essere sottoposta a condizioni particolari ai fini della salvaguardia delle zone aventi valore archeologico, storico, artistico e ambientale, motivi di ordine pubblico, viabilità, di carattere igienico-sanitario o per altri motivi di pubblico interesse, o dall’osservanza del Codice della Strada. Il Regolamento disciplina durata, orario di svolgimento e periodo di realizzazione, prevede i requisiti minimi di idoneità delle sedi espositive, può limitare le categorie merceologiche ammesse, indica i criteri per il rilascio dell’autorizzazione ad occupare la sede espositiva eventualmente ubicata su suolo pubblico, e via dicendo.

Qualora la manifestazione si svolga su spazi o aree pubbliche, l’organizzatore presenterà la SCIA successivamente all’ottenimento dell'occupazione di suolo pubblico.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Regime avvio

L'avvio della manifestazione fieristica  è soggetto a segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA).

Le manifestazioni fieristiche possono essere collegate ad altre attività di competenza del SUAP:

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Controlli

Le manifestazioni fieristiche sono soggette al controllo della Polizia locale e, in caso di vendita di alimenti e bevande, dell'Aas.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Pareri

In questa sezione è possibile consultare i pareri resi dal Servizio commercio della Regione FVG in materia di manifestazioni fieristiche:

 

  1. Fiere locali
  2. Mercatini usato e hobbistica
  3. Fiera ex LR 7/2003 e somministrazione
Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Normativa

  • D. Lgs 6 settembre 2011, n. 159 Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonche' nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136;
  • D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252 Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia.
Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018