collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Fiera generale
fiera ornitologica, fiera del disco, fiera della sposa, fiera campionaria, fiera del bimbo e della famiglia, fiera di prodotti tipici, mostra di fiori e piante, mostra di quadri, mostra numismatica e filatelia, vendita effettuata da hobbisti e collezionisti

Descrizione

Per “manifestazioni fieristiche” si intendono le attività commerciali svolte in via ordinaria in regime di diritto privato e in ambito concorrenziale per la presentazione, la promozione o la commercializzazione di beni e servizi in un determinato luogo, per un periodo di tempo limitato, il cui accesso può essere consentito alla generalità del pubblico oppure circoscritto a specifici gruppi o categorie di operatori professionali del settore o dei settori economici interessati.

Le manifestazioni fieristiche prevedono solo attività di vendita, è esclusa la somministrazione di alimenti e bevande; può essere svolta solo organizzando una manifestazione temporanea.

Non devono essere confuse con le Fiere riservate ad operatori professionali dell’area pubblica, ne’ con le attività svolte nei quartieri fieristici (c.d. Enti_Fiera) cui accedono operatori professionali all’ingrosso o al dettaglio e che normalmente rivestono rilevanza internazionale, nazionale o  regionale.

La competenza dei SUAP è limitata alle manifestazioni fieristiche di rilevanza locale.

Le fiere generali sono rappresentative di più settori merceologici, aperte alla generalità del pubblico, la vendita avviene con consegna immediata o differita dei beni e dei servizi esposti.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Requisiti

Per l’avvio o l’esercizio dell’attività sono necessari
a) REQUISITI SOGGETTIVI:

Requisiti morali di tutti i soggetti indicati dall’art. 85 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159.

 

b) REQUISITI OGGETTIVI:

Le manifestazioni fieristiche di rilevanza locale sono disciplinate dai Comuni con Regolamento; l'effettuazione di manifestazioni fieristiche può essere sottoposta a condizioni particolari ai fini della salvaguardia delle zone aventi valore archeologico, storico, artistico e ambientale, motivi di ordine pubblico, viabilità, di carattere igienico-sanitario o per altri motivi di pubblico interesse, o dall’osservanza del Codice della Strada. Il Regolamento disciplina durata, orario di svolgimento e periodo di realizzazione, prevede i requisiti minimi di idoneità delle sedi espositive, può limitare le categorie merceologiche ammesse, indica i criteri per il rilascio dell’autorizzazione ad occupare la sede espositiva eventualmente ubicata su suolo pubblico, e via dicendo.

Qualora la manifestazione si svolga su spazi o aree pubbliche, l’organizzatore presenterà la SCIA successivamente all’ottenimento dell'occupazione di suolo pubblico.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Regime avvio

L'avvio della manifestazione fieristica  è soggetto a segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA).

Le manifestazioni fieristiche possono essere collegate ad altre attività di competenza del SUAP:


Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Guida

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Controlli

Le manifestazioni fieristiche sono soggette al controllo della Polizia locale e, in caso di vendita di alimenti e bevande, dell'Aas.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Pareri

In questa sezione è possibile consultare i pareri resi dal Servizio commercio della Regione FVG in materia di manifestazioni fieristiche:

 

  1. Fiere locali
  2. Mercatini usato e hobbistica
  3. Fiera ex LR 7/2003 e somministrazione
Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Normativa

  • D. Lgs 6 settembre 2011, n. 159 Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonche' nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136;
  • D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252 Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia.
Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018