collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Vendite di liquidazione
ribassi, promozioni, offerte, affari

Descrizione

Le vendite di liquidazione sono effettuate al fine di vendere in breve tempo le merci, presentando al consumatore l'acquisto come occasione particolarmente favorevole, a seguito di cessazione dell'attività commerciale, cessione dell'azienda, trasferimento di sede dell'azienda, trasformazione o rinnovo dei locali, trasformazione o rinnovo delle attrezzature.

Le vendite di liquidazione sono disciplinate dagli articoli 33 e seguenti della L.R. 5 dicembre 2005, n. 29.

Ultimo aggiornamento: Mon Apr 03 16:40:00 CEST 2017

Vendite straordinarie

Le cosiddette “vendite straordinarie” si caratterizzano perché offrono al consumatore condizioni di acquisto a prezzi particolarmente favorevoli.

Oltre alle vendite in liquidazione siono comprese tra le “vendite straordinarie”:
1) le vendite di fine stagione, denominate anche saldi, riguardano i prodotti di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento, qualora non vengano venduti entro un certo periodo di tempo;
2) le vendite promozionali, caratterizzate da sconti o ribassi diretti a presentare al consumatore l'opportunità dell'acquisto, sono effettuate per tutti o una parte dei prodotti merceologici e per periodi di tempo limitato determinati a facoltà dell'esercente;
3) le vendite sottocosto comportano la vendita al pubblico di uno o più prodotti effettuata a un prezzo inferiore a quello risultante dalle fatture di acquisto, maggiorato dell'imposta sul valore aggiunto e di ogni altra imposta o tassa connessa alla natura del prodotto e diminuito degli eventuali sconti o contribuzioni riconducibili al prodotto medesimo purchè documentati.
E’ opportuno ricordare che i “confini “ tra le vendite straordinarie stanno perdendo progressivamente di significato, in considerazione del fatto che l’evoluzione legislativa, per favorire la concorrenza, permette agli operatori del commercio di praticare liberamente sconti tutto l’anno, senza essere vincolati a periodi predefiniti e senza dover rispettare prezzi minimi o massimi.

Solo l'avvio delle vendite di liquidazione e delle vendite sottocosto deve essere comunicato al SUAP.

L'avvio delle vendite di fine stagione e delle vendite promozionali è libero da adempimenti burocratici.

Ultimo aggiornamento: Mon Apr 03 16:40:00 CEST 2017

Requisiti

Per l’avvio di una vendita di liquidazione è necessario essere già titolari di un’attività di commercio al dettaglio di vicinato, media struttura minore, media struttura maggiore o grande struttura.

Ultimo aggiornamento: Mon Apr 03 16:40:00 CEST 2017

Regime avvio

Prima di iniziare la compilazione consultare:

  1. le informazioni generali relative al regime per l'avvio dell'attività

L'avvio delle vendite in liquidazione è subordinato alla presentazione della comunicazione allo sportello unico per le attività produttive e per le attività di servizi presso il Comune (SUAP).

La comunicazione deve essere inoltrata al SUAP non meno di quindici giorni prima della data di inizio della vendita medesima.

Entro il giorno precedente all'inizio della vendita di liquidazione, deve pervenire al SUAP analitico elenco delle merci poste in vendita, distinte per articoli, con l'indicazione del prezzo praticato ordinariamente e dello sconto o ribasso espresso in percentuale sul prezzo normale di vendita, che si intende praticare nel corso della liquidazione.

Ultimo aggiornamento: Mon Apr 03 16:40:00 CEST 2017

Guida

Prima di avviare l'attività consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Mon Apr 03 16:40:00 CEST 2017

Controlli

Le vendite di liquidazione sono soggette al controllo della Polizia locale.

Ultimo aggiornamento: Mon Apr 03 16:40:00 CEST 2017

Normativa

  • L.R. 5 dicembre 2005, n. 29 Normativa organica in materia di attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande. Modifica alla legge regionale 16 gennaio 2002, n. 2 <<Disciplina organica del turismo>>.
Ultimo aggiornamento: Mon Apr 03 16:40:00 CEST 2017