collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Notifica di impresa alimentare
produzione primaria, trasformazione, trasporto, magazzinaggio, somministrazione e vendita di alimenti, sicurezza alimentare, casette dell'acqua, tabaccherie

Descrizione

Chi svolge attività di produzione - anche primaria, trasformazione, trasporto, magazzinaggio, somministrazione e vendita di alimenti deve rispettare requisiti di igiene atti a garantire la salubrità degli alimenti e quindi l’assenza di contaminazioni che possano esporre i consumatori a rischi per la salute.
Per questo motivo le attività alimentari sono assoggettate ad una procedura amministrativa, che si avvia con una notifica e si conclude con la registrazione dell'attività su un data base da parte dell'Azienda per l'assistenza sanitaria
La notifica è un’autodichiarazione di possesso dei requisiti di igiene:
  • interessa sia attività alimentari per l’avvio delle quali è competente il SUAP;
  • sia attività alimentari per l'avvio delle quali sono competenti altre Autorità, come ad es. il commercio all’ingrosso o i mulini (competenza della Camera di Commercio) o i Magazzini generali (competenza del Ministero dello sviluppo economico);

La notifica vale solo ai fini della registrazione dell’impresa alimentare, ma non sostituisce la SCIA che l’impresa deve inoltrare al SUAP od altri Enti diversi dal SUAP, per poter avviare l’attività produttiva.

La notifica riguarda solo l'avvio o le variazioni di attività indicate in una master list approvata dalla Conferenza Unificata.

La notifica è inviata allo Sportello Unico per le attività produttive (SUAP), che la trasmette all’Autorità competente per la procedura di registrazione.
Autorità competenti locali (ACL) sono i Dipartimenti di Prevenzione delle 5 Aziende per l’Assistenza Sanitaria (AAS) - servizi igiene degli alimenti e nutrizione e servizi veterinari.
Alle ACL spetta:
  • la ricezione, attraverso il SUAP, delle notifiche e comunicazioni;
  • la valutazione della completezza sostanziale della documentazione ricevuta e la richiesta all’operatore del settore alimentare, tramite lo SUAP, delle informazioni mancanti;
  • la registrazione su sistemi informativi con attribuzione di un numero di codice identificativo.
L'Azienda per l'assistenza sanitaria non rilascia all'impresa alimentare alcun atto conclusivo.
Le ACL prestano assistenza all’OSA mediante l’ufficio/sportello notifiche.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 05 16:07:00 CEST 2017

Master list

Produzione primaria (non destinata all’autoconsumo e non già registrata in altri elenchi):

Caccia - Centro di raccolta selvaggina cacciata

Pesca - Imbarcazioni da pesca

Raccolta molluschi bivalvi vivi - Imbarcazioni per raccolta di molluschi bivalvi vivi

Vendita diretta di latte crudo presso l'allevamento di produzione

Vendita diretta di uova presso l'allevamento di produzione

Vendita diretta di miele da parte dell’apicoltore

Raccolta di funghi e tartufi

Raccolta di vegetali spontanei (esclusi funghi e tartufi)

Coltivazioni permanenti ad uso alimentare umano

Coltivazioni non permanenti ad uso alimentare umano

 

Vegetali – produzione, trasformazione e confezionamento:

Conserve e semiconserve vegetali (II^ gamma)

Vegetali congelati e surgelati (III^ gamma)

Prodotti pronti all’uso o "fresh cut" (IV^ gamma)

Ortofrutticoli precotti (V^ gamma)

Vegetali secchi e/o tostati comprese le spezie

Bevande/succhi di frutta e/o di ortaggi

Olio

Grassi vegetali

Vini e mosti

Alcolici (distillazione, rettifica e miscelatura)

Sidro e altri vini a base di frutta

Birra, malto e altre bevande fermentate non distillate

Molitura del frumento ed altri cereali

Lavorazione del riso

Altre lavorazioni di semi, granaglie e legumi

Amidi e prodotti amidacei

Zucchero

Caffè

Tè ed altri preparati per infusi

Produzione di alimenti vegetali in cucina domestica (home food)

 

Prodotti da forno e di pasticceria, gelati e piatti pronti – Produzione, trasformazione e congelamento:

Pasta secca e/o fresca, paste alimentari, cuscus e farinacei simili

Pane, pizza e altri prodotti da forno freschi e secchi

Prodotti di pasticceria freschi e secchi

Prodotti di gelateria (in impianti non soggetti a riconoscimento)

Cacao, cioccolato, produzione pastigliaggi, gomme, confetti, caramelle, ecc.

Cibi pronti in genere (prodotti di gastronomia, di rosticceria, di friggitoria, ecc.)

Produzione di alimenti in cucina domestica (home food)

 

Altri alimenti - produzione e trasformazione:

Bibite analcoliche, acque minerali ed altre acque in bottiglia

Ghiaccio

Sale - estrazione

Sale iodato

 

Alimenti di origine animale –registrazione per produzione, trasformazione e confezionamento (se non è richiesto il riconoscimento):

Prodotti della pesca - macellazione ed eviscerazione presso aziende di acquacoltura per vendita diretta al consumatore o a dettaglianti della Provincia/province contermini

Avicoli e/o cunicoli - macellazione presso aziende agricole

Carne, prodotti a base di carne e preparazioni di carne - lavorazione e trasformazione in impianti non soggetti a riconoscimento, funzionalmente annessi a esercizio di vendita, contigui o meno ad essi

Prodotti della pesca - lavorazione e trasformazione in impianti non soggetti a riconoscimento, funzionalmente annessi a esercizi di vendita, contigui o meno ad essi

Prodotti dell'apiario - raccolta e lavorazione

Prodotti a base di latte - produzione in impianti non soggetti a riconoscimento

Produzione di alimenti in cucina domestica (home food)

 

Ristorazione:

Ai fini della notifica sanitaria, per “ristorazione” si intendono le seguenti attività di somministrazione di alimenti e bevande, con o senza preparazione in loco:

Produzione pasti pronti per ristorazione collettiva (catering continuativo e per eventi)

Somministrazione pasti in ristorazione collettiva (mense, terminali di distribuzione, sedi per eventi e banqueting)

Bar e altri esercizi pubblici simili (con o senza laboratorio di gastronomia fredda e/o calda / enoteca con laboratorio di gastronomia fredda e/o calda)

Home restaurant

 

Commercio all'ingrosso di alimenti e bevande:

Ai fini della notifica sanitaria, per “commercio all’ingrosso” di alimenti e bevande si intendono le seguenti attività di commercio all’ingrosso del settore alimentare:

Cash & Carry

Intermediari - senza deposito (broker)

Commercio all’ingrosso con deposito

 

Commercio al dettaglio di alimenti e bevande:

Ai fini della notifica sanitaria, per “commercio al dettaglio” di alimenti e bevande si intendono le seguenti attività di commercio al dettaglio del settore alimentare:

In Esercizio di vicinato

In Media struttura di vendita

In Grande struttura di vendita

Per corrispondenza/internet / Forme speciali di vendita al dettaglio

 

Commercio ambulante:

A posto fisso

In forma itinerante

 

Distributori:

Distributori automatici di alimenti confezionati e di bevande

Distributori di acqua potabile trattata – ‘casette’ dell’acqua

 

Deposito alimenti e bevande conto terzi, non soggetti a riconoscimento:

Alimenti in regime di temperatura controllata

Alimenti non in regime di temperatura controllata

 

Piattaforma di distribuzione alimenti

Deposito alimenti e bevande funzionalmente (ma non materialmente) annesso ad esercizi di vendita fissi o ad attività di commercio ambulante:

Alimenti in regime di temperatura

Alimenti non in regime di temperatura

 

Trasporto alimenti e bevande conto terzi:

In cisterna a temperatura controllata

In cisterna a temperatura non controllata

In regime di temperatura controllata

Non in regime di temperatura controllata

 

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 05 16:07:00 CEST 2017

OSA

L'impresa alimentare è il soggetto, pubblico o privato, che svolge, con continuità ed organizzazione, una attività connessa a qualsiasi fase della produzione - anche primaria, trasformazione e trasporto, magazzinaggio, somministrazione e vendita di alimenti.
Per operatore del settore alimentare (OSA) si intende “la persona fisica o giuridica responsabile di garantire il rispetto delle disposizioni della legislazione alimentare nell’impresa alimentare posta sotto il suo controllo”.
Di norma, l'OSA coincide con il titolare dell’impresa alimentare, oppure con il preposto, oppure con altro soggetto delegato dal titolare.

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 05 16:07:00 CEST 2017

Regime avvio

La DGR 13 maggio 2016 n. 815, efficace dal 1 luglio 2016, ha previsto due regimi di avvio delle attività alimentari:
  1. la notifica di impresa alimentare per nuova apertura e variazioni significative, le quali comportano un maggior rischio per la sicurezza alimentare;
  2. la comunicazione per variazioni che hanno un impatto ridotto sulla sicurezza alimentare.

A seguito dell'approvazione della modulistica unificata nazionale per le attività produttive, da parte della Conferenza Unificata in data 4 maggio 2017 e 6 luglio 2017, la DGR n. 815/16 deve essere parzialmente disapplicata.

La notifica deve essere quindi presentata solamente nei seguenti casi:

  • avvio dell'attività
  • subingresso
  • modifica della tipologia attività (es. da bar a ristorante - o, viceversa, da ristorante a bar -, da panificio a panificio+pasticceria o viceversa...).

Non devono più essere notificate o comunicate le variazioni strutturali degli stabilimenti.

Prima di inviare la notifica di impresa alimentare è utile consultare:

  1. le informazioni generali relative al regime per l'avvio dell'attività
  2. le schede descrittive delle attività di competenza del SUAP:
Quali sono i costi che l'impresa sostiene? E' previsto un contributo finanziario di:
€ 40,00 per ogni nuova attività da registrare;
€ 20,00 per i casi di
  • subingresso
  • modifica della tipologia attività (es. da bar a ristorante - o, viceversa, da ristorante a bar -, da panificio a panificio+pasticceria o viceversa...).
Ultimo aggiornamento: Thu Oct 05 16:07:00 CEST 2017

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 05 16:07:00 CEST 2017

Controlli

I Dipartimenti di Prevenzione (D.I.P.) effettuano periodicamente, in base ad una valutazione dei rischi e con frequenza appropriata, i controlli ufficiali, finalizzati a verificare se l’OSA ha applicato correttamente le disposizioni regolamentari, con speciale riferimento al piano di autocontrollo, ove previsto.

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 05 16:07:00 CEST 2017

Normativa

  • Regolamento comunitario (CE) 852/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004, sull’igiene dei prodotti alimentari;
  • DGR 13 maggio 2016 n. 815, recante “ Linee guida applicative del RECE n. 852/2004 del Parlamento Europeo e dl Consiglio sull’igiene dei prodotti alimentari. Indicazioni operative aggiornate", efficace dal 1 luglio 2016.
Ultimo aggiornamento: Thu Oct 05 16:07:00 CEST 2017