collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Generi speciali
Tabella speciale per farmacie, per rivendite di generi di monopolio, per impianti di distribuzione automatica di carburanti

Descrizione

Gli esercizi al dettaglio possono effettuare la vendita di generi speciali, cioè dei prodotti compresi nei settori merceologici alimentari e non, posti in vendita nelle farmacie, nelle rivendite di generi di monopolio e presso i distributori di carburante, secondo specifiche tabelle di cui all’allegato A della L.R. 5 dicembre 2005, n. 29 .

I generi speciali, che possono anche coesistere con gli altri settori merceologici, non necessitano dei requisiti professionali.

I generi speciali esistono solo in quanto è stata avviata, a monte, una farmacia, un tabacchino, un impianto di carburanti della rete stradale o autostradale.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Tabella farmacie

Prodotti alimentari destinati ad una alimentazione particolare (decreto legislativo 111/1992) e integratori/complementi alimentari (decreto legislativo 169/2004).

Prodotti cosmetici:

  • prodotti cosmetici (legge 713/1986, com sostituita da D. Lgs. 4 dicembre 2015, n. 204) e mezzi per il loro impiego.

Prodotti erboristici a base di ingredienti vegetali e integratori e complementi alimentari preconfezionati o preparati in farmacia in forme predosate.

Disinfettanti e sostanze germicide o battericide; disinfestanti per uso animale e per ambienti; prodotti per la salubrità degli ambienti; insettorepellenti; insetticidi per uso umano e per uso veterinario; biocidi.

Prodotti chimici e sostanze in genere, non di uso farmaceutico preconfezionati e allo stato sfuso.

Pubblicazioni specializzate in materia di prevenzione e cura delle patologie quale supporto all’educazione sanitaria.

Dispositivi medici (decreto legislativo 46/1997).

Vari:

  • articoli per l’igiene della persona;
  • articoli di puericultura: per nutrizione e svezzamento, per bagno e igiene, propedeutici alla crescita e all’apprendimento, per la sicurezza e il trasporto del bambino;
  • bilance per neonati e per adulti;
  • indumenti sanitari e calzature con finalità salutari;
  • apparecchi elettromedicali;
  • amari, elisir, enoliti e pastigliaggi;
  • acque minerali particolari;
  • alimenti e articoli igienici per piccoli animali.
Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Tabella monopolio

  • Articoli per fumatori.
  • Francobolli per collezione e altri articoli filatelici.
  • Moduli e stampati in genere per comunicazioni e richieste indirizzate a enti pubblici, moduli per contratti.
  • Tessere prepagate per servizi vari.
  • Biglietti per il trasporto pubblico.
  • Articoli di cartoleria e cancelleria (compresi materiali di consumo per computer e fax).
  • Articoli di bigiotteria (articoli prodotti a imitazione della gioielleria per l’abbigliamento e l’ornamento della persona in metallo o pietra non preziosi) quali spille, fermagli, braccialetti, catene, ciondoli, collane, bracciali, anelli, perle, pietre e vetri colorati, orecchini, bottoni da collo e da polso, gemelli da polso, fermacravatte, porta chiavi e simili.
  • Pellicole fotocinematografiche, compact disc, musicassette e videocassette da registrare.
  • Lampade, torce elettriche, pile, prese e spine (elettriche e telefoniche).
  • Articoli per la cura e l’igiene della persona, prodotti cosmetici e di profumeria, necessaires per viaggio e per toiletta, in materiale non prezioso (esempio: fibbie, specchi, pettini, forbici, bigodini, carta igienica, nastri, spazzole, ventagli).
  • Articoli di pelletteria (escluse calzature, valigeria e borsetteria).
  • Articoli di chincaglieria in materiale non prezioso (esempio: posateria, temperini, piccole calamite, apriscatole, cavatappi, levacapsule, tagliacarte).
  • Pastigliaggi vari (caramelle, confetti, cioccolatini, gomme americane e simili).
  • Merendine e biscotti preconfezionati, bevande preconfezionate e preimbottigliate (esclusi i superalcolici).
  • Merendine e biscotti preconfezionati.
  • Fazzoletti, piatti, posate, bicchieri <<usa e getta>> e simili.
  • Detersivi, insetticidi in confezioni originali, deodoranti.
  • Articoli sportivi (esclusi capi d’abbigliamento e le calzature) inclusi gli articoli da pesca per dilettanti, distintivi sportivi.
  • Articoli ricordo (esclusi gli articoli di oreficeria).
  • Carte geografiche, stradali e catastali, mappe e guide turistiche su qualsiasi supporto realizzate.
  • Giocattoli (non sono comprese le biciclette), articoli per festività o ricorrenze a carattere civile o religioso, articoli per feste, giochi di società, giochi pirici.
  • Fiori e piante artificiali.
  • Articoli per la cura e la manutenzione delle calzature (esempio: lucidi e tinture per stoffe e calzature, lacci, tacchi, solette, calzascarpe e altri accessori per calzature).
  • Callifughi, cerotti, garze, siringhe, profilattici, assorbenti igienici, pannolini per bambini, cotone idrofilo, disinfettanti (alcol denaturato, acqua ossigenata e simili).
  • Orologi in materiali non preziosi.
  • Articoli per il cucito, il ricamo e i lavori a maglia.
  • Articoli di cera, spaghi, ceralacca, turaccioli, stuzzicadenti.
Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Tabella carburanti

  • Ricambi e accessori per veicoli, compresi i prodotti per la manutenzione e la protezione, le lampade, le pile e le torce elettriche, le borse di pronto soccorso, catene da neve, corde elastiche per il fissaggio bagagli, portabagagli, porta sci, spoiler, frangi sole, shampoo per auto.
  • Necessaires per viaggio e per toiletta, in materiale non prezioso (esempio: fibbie, specchi, pettini, forbici, bigodini, carta igienica, nastri, spazzole, ventagli).
  • Articoli per la cura e l’igiene della persona, nonché prodotti cosmetici e di profumeria.
  • Pellicole fotocinematografiche, compact disc, musicassette e videocassette da registrare.
  • Articoli di pelletteria (escluse calzature, valigeria e borsetteria).
  • Apriscatole, cavatappi, levacapsule, tagliacarte in materiale non prezioso.
  • Spaghi, turaccioli, stuzzicadenti.
  • Fazzoletti, piatti, posate, bicchieri <<usa e getta>> e simili.
  • Callifughi, cerotti, garze, siringhe, profilattici, assorbenti igienici, pannolini per bambini, cotone idrofilo, disinfettanti (alcol denaturato, acqua ossigenata e simili).
  • Articoli ricordo (esclusi gli articoli di oreficeria).
Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Regime avvio

L'avvio della vendita è soggetto a segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA).

Il regime per l'avvio dell'attività è previsto dalla L.R. 5 dicembre 2005, n. 29.

La vendita di generi speciali può essere collegata ad altre attività di competenza del SUAP:


Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Controlli

I controlli sono svolti da:
1. il Comune: verifica i requisiti dichiarati nella SCIA;
2.le Aziende per l'assistenza sanitaria in caso di vendita di alimentari: i Dipartimenti di Prevenzione (D.I.P.) delle Aziende per l'assistenza sanitaria (Aas) - Servizi igiene alimenti e nutrizione e Servizi veterinari igiene alimenti di origine animale - effettuano periodicamente, in base ad una valutazione dei rischi e con frequenza appropriata, i controlli ufficiali.

Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018

Normativa

  • L.R. 5 dicembre 2005, n. 29 Normativa organica in materia di attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande. Modifica alla legge regionale 16 gennaio 2002, n. 2 <<Disciplina organica del turismo>>;
  • D. Lgs. 26 marzo 2010, n. 59 Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno;
  • D. Lgs 6 settembre 2011, n. 159 Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonche' nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136;
  • D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252 Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia.
Ultimo aggiornamento: Wed Jan 31 16:40:00 CET 2018