collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Commercio su posteggio in area di fiera
manifestazione, fiera comunale, festa del Patrono, ricorrenza, commercio ambulante, banchi temporanei, vendita temporanea

Descrizione

Per fiere si intendono le manifestazioni caratterizzate dall'afflusso, nei giorni stabiliti, sulle aree pubbliche o private delle quali il Comune abbia la disponibilità, di operatori autorizzati ad esercitare il commercio sulle aree pubbliche, in occasione di particolari ricorrenze, eventi o festività.
Le fiere sono rivolte ad operatori professionali dell’area pubblica di tutta Italia e sono accessibili tanto ai titolari di autorizzazione per il commercio sulle aree pubbliche su posteggio, che ai titolari di SCIA di commercio sulle aree pubbliche in forma itinerante.
Frequenti sono le Fiere che celebrano il Santo Patrono, oppure un avvenimento storico, ma quale che sia l’evento che ne costituisce il presupposto, tutte le fiere devono essere preventivamente istituite dal Comune, che determina l’area da destinare a questa forma di commercio (ed eventuale somministrazione) rigorosamente temporaneo.

L'esercizio del commercio sulle aree pubbliche, anche nelle fiere, è subordinato al rispetto delle condizioni e delle modalità stabilite dal regolamento del Comune nel cui territorio viene esercitato.
Le Fiere disciplinate dalla L.R. 29/05 non devono essere confuse:

  • con le manifestazioni fieristiche di rilevanza locale disciplinate dalla L.R. 7/2003, che sono rivolte principalmente ad operatori non professionali, c.d. artisti/hobbisti;
  • con il commercio o la somministrazione in forma temporanea effettuato da operatori non professionali dell’area pubblica, in un’area distinta da quella adibita alla fiera e su posteggi specifici individuati dal Comune per questa attività collaterale.
Ultimo aggiornamento: Sat Jan 21 16:40:00 CET 2017

Requisiti

Per l’avvio o l’esercizio dell’attività sono necessari specifici requisiti SOGGETTIVI, che attengono all’impresa che gestisce l’attività (ditta individuale o società) ed OGGETTIVI, che attengono all'attività in se'.

 

REQUISITI SOGGETTIVI

  1. Titolarità di SCIA o di autorizzazione per il commercio sulle aree pubbliche;
  2. iscrizione al registro imprese per le imprese commerciali, iscrizione alla sezione speciale del registro delle imprese per gli imprenditori agricoli.

 

REQUISITI OGGETTIVI

Il commercio al dettaglio su aree pubbliche è soggetto a limitazioni, alcune stabilite direttamente dalla L.R. 5.12.2005, n. 29, altre disposte dai regolamenti comunali, che valgono anche per le fiere.
La L.R. 29/05 fa’ divieto espresso:

  • di vendere o esporre armi, esplosivi o oggetti preziosi, nonché di vendere sulle aree pubbliche bevande alcoliche di qualsiasi gradazione diverse da quelle poste in vendita in recipienti chiusi nei limiti e con le modalità di cui all’articolo 176, comma 1, del regolamento per l’esecuzione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 6 maggio 1940, n. 635 (Approvazione del regolamento per l’esecuzione del testo unico 18 giugno 1931, n. 773 delle leggi di pubblica sicurezza), e successive modifiche: è tuttavia consentita la somministrazione di bevande alcoliche, esclusivamente con contenuto alcolico inferiore al 21 per cento del volume, soltanto nelle fiere;
  • nessun titolare di autorizzazione può utilizzare più di un posteggio contemporaneamente nello stesso mercato, inclusi i mercati mensili e le fiere.

Con il regolamento comunale l'esercizio del commercio sulle aree pubbliche è vietato o sottoposto a condizioni particolari ai fini della salvaguardia delle zone aventi valore archeologico, storico, artistico e ambientale
Possono essere stabiliti divieti e limitazioni all’esercizio anche per motivi di ordine pubblico, viabilità, di carattere igienico-sanitario o per altri motivi di pubblico interesse, relativamente sia all’attività svolta in forma itinerante, sia alla localizzazione dei posteggi nei mercati e nelle fiere, fermo restando che i Comuni non possono stabilire limitazioni e divieti al fine di creare zone di rispetto a tutela della posizione di operatori in sede stabile o sulle aree pubbliche.
Ulteriori divieti nascono dall’osservanza del Codice della Strada.

Ultimo aggiornamento: Sat Jan 21 16:40:00 CET 2017

Posteggi

I posteggi vengono assegnati agli operatori per un periodo non superiore a dodici anni, a seguito di bandi di pubblico concorso, secondo i criteri di preferenza stabiliti dal regolamento comunale.

I regolamenti comunali recepiscono i criteri di preferenza individuati con un'apposita Intesa in sede di Conferenza Unificata e, per quanto compatibile e non diversamente disposto, i criteri indicati nel documento unitario 3 agosto 2016 delle Regioni e Province Autonome per l'attuazione della citata Intesa.

In data 20 settembre 2016 è stato sottoscritto un apposito Protocollo d'Intesa tra Regione Friuli Venezia Giulia, ANCI Friuli Venezia Giulia, CONFCOMMERCIO Imprese per l'Italia Friuli Venezia Giulia e FIVA CONFCOMMERCIO Friuli Venezia Giulia per l'uniforme applicazione sul territorio regionale del "Documento unitario delle Regioni e delle Provincie autonome per l'attuazione dell'Intesa della Conferenza Unificata del 5 luglio 2012.

ATTENZIONE

Il Decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244 . Proroga e defi nizione di termini  pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale serie generale n. 3014 del 31 dicembre 2016 uniforma al 31 dicembre 2018 la scadenza delle concessioni per l'esercizio del commercio sulle aree pubbliche.

" Al fine di allineare le scadenze delle concessioni per commercio su aree pubbliche garantendo omogeneità di gestione delle procedure di assegnazione, nel rispetto dei principi di tutela della concorrenza, il termine delle concessioni in essere alla data di entrata in vigore del presente decreto è prorogato al 31 dicembre 2018."

Ultimo aggiornamento: Sat Jan 21 16:40:00 CET 2017

Regime avvio

Prima di iniziare la compilazione consultare:

  1. le informazioni generali relative al regime per l'avvio dell'attività
  2. SEZIONE I- ATTIVITA' COMMERCIALI E ASSIMILABILI-PUNTO 2 -COMMERCIO SU AREA PUBBLICA Attività n. 2.1 e 2.3 pag. 35-37 - della tabella A allegata al 25 novembre 2016, n. 222, recante “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124”.

 

La concessione del posteggio è soggetta a domanda da presentare a seguito di bandi di pubblico concorso, secondo i criteri di preferenza stabiliti dal regolamento comunale.

Poiché i posteggi sono numericamente limitati nel massimo, non è possibile sostituire la richiesta di concessione del posteggio con la SCIA.

Ultimo aggiornamento: Sat Jan 21 16:40:00 CET 2017

Guida

Prima di avviare l'attività consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Sat Jan 21 16:40:00 CET 2017

Controlli

Le fiere sono soggette al controllo della Polizia locale.

Ultimo aggiornamento: Sat Jan 21 16:40:00 CET 2017

Normativa

Ultimo aggiornamento: Sat Jan 21 16:40:00 CET 2017