per avviare e gestire un'attività

Centro di preparazione per riutilizzo rifiuti
Ateco 38.32.30

Il centro di preparazione per il riutilizzo (centro) è l'impianto che svolge operazioni di preparazione di prodotti o componenti di prodotti, diventati rifiuti, per il loro riutilizzo in linea con la gerarchia dei rifiuti.

Il reimpiego è reso possibile dall'esecuzione di attività di controllo, pulizia, smontaggio e riparazione che rendono i prodotti o componenti di prodotti conformi al modello originario ed alla finalità per la quale erano stati concepiti, rispettosi delle caratteristiche merceologiche e garanzie di sicurezza degli originari.

 

REQUISITI SOGGETTIVI:

Requisiti previsti dall'art 5 del DECRETO 10 luglio 2023, n. 119

 

REQUISITI OGGETTIVI:

Requisiti previsti dall'art 6 e Allegato I del DECRETO 10 luglio 2023, n. 119

 

 

L'apertura di un centro di preparazione per il riutilizzo di rifiuti è soggetta a comunicazione preventiva allo Sportello unico per le attività produttive (SUAP) presso il Comune in cui si intende avviare l’attività. La comunicazione è presentata dal gestore.

Il regime di avvio è previsto dall'art. 4 del DECRETO 10 luglio 2023, n. 119.

L'esercizio delle operazioni di recupero è avviato decorsi novanta giorni dalla presentazione della comunicazione di inizio attività.

Nella ipotesi di preparazione per il riutilizzo di RAEE, l'avvio dell'esercizio è subordinato alla visita preventiva da parte della Regione, da effettuarsi entro sessanta giorni dalla data della comunicazione.

Prima di avviare la compilazione si consiglia di:

  • consultare la Guida alla compilazione telematica
  • scegliere il procedimento dalla lista disponibile sul lato destro di questa scheda, per conoscere i moduli da compilare e gli allegati.
Ultimo aggiornamento: 17/10/2023