collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Bed & Breakfast
ospitalità in famiglia, guest house, camera e colazione, residenza d'epoca, Airbnb

Descrizione

L'attività di Bed and breakfast è esercitata da coloro i quali, nell'ambito della propria residenza, comprese le pertinenze, ove alloggiano durante il periodo di permanenza degli ospiti, offrono occasionalmente alloggio e prima colazione ivi servita, in non più di quattro camere e con un massimo di otto posti letto, avvalendosi della normale organizzazione familiare, privilegiano nell'offerta della prima colazione l'utilizzo di prodotti agricoli regionali di cui all'art.1, comma 2 della legge regionale 17 febbraio 2010, n. 4 (Norme per orientare e sostenere il consumo dei prodotti agricoli regionali).
Avendo come presupposto la residenza del titolare nei locali in cui l'attività viene svolta, può essere organizzata solo da una persona fisica.

Normalmente l'attività ha carattere saltuario e occasionale e pertanto, in base alla risoluzione del Ministero delle finanze n. 180/E del 14 dicembre1998 e n. 155/E del 13 ottobre 2000, è esclusa dall’ambito di applicazione dell’I.V.A.; i proventi dell’attività vanno denunciati tra i “redditi diversi”, in quanto derivanti da attività commerciali non esercitate abitualmente (cfr. art. 81, comma 1 lettera i) D.P.R. 917/86). Dal primo giugno 2017 tutti i proprietari che affittano casa con l'affitto breve tramite Airbnb e portali simili pagheranno il 21% di cedolare secca (opzionale) che verrà direttamente trattenuta dall'intermediario.

Ferme restando le definizioni previste per ciascuna tipologia di struttura ricettiva e i corrispondenti requisiti qualitativi ai fini della classificazione, una struttura ricettiva turistica può assumere la denominazione di residenza d’epoca qualora sia ubicata in edifici di particolare pregio storico-architettonico, assoggettati ai vincoli previsti dal decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137).

Ultimo aggiornamento: Sun Apr 23 16:32:00 CEST 2017

Classificazione

Le attività di Bed and breakfast si classificano in "standard", "comfort" e "superior" se in possesso dei requisiti di cui all'allegato <<H>> alla L.R. 9 dicembre 2016 n. 21 Disciplina delle politiche regionali nel settore turistico e dell'attrattività del territorio regionale, nonchè modifiche a leggi regionali in materia di turismo e attività produttive;

La classificazione dei B&B è effettuata mediante una scheda di autovalutazione, il modulo TC9.

Benchè non sia obbligatorio definire prezzi minimi e massimi per l'erogazione dei servizi prestati, le comunicazioni relative a prezzi, strutture e attrezzature sono predisposte mediante il modulo TA9.

Ultimo aggiornamento: Sun Apr 23 16:32:00 CEST 2017

Sicurezza

Il Decreto del Ministero dell'Interno 7 gennaio 2013 - Modalità per la comunicazione, alla Questura competente per territorio, mediante strumenti informatici, delle generalità delle persone alloggiate, prevede che le generalità delle persone alloggiate presso le strutture ricettive di cui all'art. 109 del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza (R.D.18 giugno 1931, n. 773, e successive modificazioni) vengano trasmesse, a cura dei gestori delle stesse strutture, entro 24 ore successive all'arrivo delle persone alloggiate, e comunque all'arrivo stesso per soggiorni inferiori alle 24 ore, alle questure territorialmente competenti, secondo le modalità previste dal decreto del Ministero dell'Interno 7 gennaio 2013.
La normativa prevede l’esclusivo utilizzo di un portale web per gli adempimenti del predetto articolo 109, fatti salvi i casi espressamente previsti dalla normativa stessa.
L’invio telematico delle schedine alloggiati sostituisce la precedente comunicazione cartacea.
Gli operatori ricettivi devono pertanto chiedere l'accreditamento all'apposito sito web alla Questura competente per territorio.

Con la Circolare 29 luglio 2005, n.557 "Applicazione dell'articolo 109 T.U.L.P.S. - Comunicazione delle persone alloggiate il MINISTERO DELL'INTERNO" sottolinea come l'obbligo di comunicazione alla autorità locale di P.S. delle generalità delle persone alloggiate sussista anche per coloro che esercitano saltuariamente il servizio di alloggio e prima colazione (c.d. «Bed and breakfast»), in virtù dell'espresso riferimento, recato nella disposizione sopra riportata, agli «esercizi non convenzionali».

Utilizzando il servizio telematico WEBTUR - Osservatorio regionale turismo-  i gestori del strutture turistiche adempiono in modalità unicamente telematica all'obbligo di comunicare giornalmente le generalità delle persone alloggiate, secondo i modelli di rilevazione Istat, consentendo il monitoraggio delle presenze turistiche italiane e straniere, grazie all’aggiornamento dei dati delle schede di rilevazione statistica.

Ultimo aggiornamento: Sun Apr 23 16:32:00 CEST 2017

Requisiti

Per l’avvio o l’esercizio dell’attività sono necessarie due tipologie di requisiti:

a) REQUISITI SOGGETTIVI, che attengono alla persona fisica che gestisce l’attività.

 

  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Non trovarsi nelle condizioni previste dagli articoli 11 e 92 del regio decreto 773/1931 e il non avere procedimenti penali a proprio carico per i delitti ivi indicati.

L’attività di Bed and breakfast si colloca normalmente tra le forme di ospitalità non imprenditoriale, con la conseguenza di non poter essere definita “impresa” per mancanza di una organizzazione di mezzi e di una professionalità abituale.
L'Art. 85 "Soggetti sottoposti alla verifica antimafia " del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 "Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonchè nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136" assoggetta alle verifiche antimafia solo le imprese, pertanto le persone fisiche che esercitano l'attività di B&B sono escluse da tale accertamento.

I titolari di Bed and breakfast non sono tenuti a notifica di impresa alimentare per effetto dell'art. 4 della DGR 13 maggio 2016 n. 815, recante “ Linee guida applicative del RECE n. 852/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio sull’igiene dei prodotti alimentari. Indicazioni operative aggiornate".

 

b) REQUISITI OGGETTIVI, che riguardano invece i locali ove l’attività viene svolta.

L'avvio e l’esercizio dell’attività presuppongono l’abitabilità per l’uso di civile abitazione.

Il titolare del B&B ha l'obbligo di alloggiare nella propria residenza durante il periodo di permanenza degli ospiti.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: Sun Apr 23 16:32:00 CEST 2017

Regime avvio

Prima di iniziare la compilazione consultare:

  1. le informazioni generali relative al regime per l'avvio dell'attività
  2. la SEZIONE I- ATTIVITA' COMMERCIALI E ASSIMILABILI-PUNTO 4 -STRUTTURE RICETTIVE E STABILIMENTI BALNEARI Attività n. 75 pag. 54 -della tabella A allegata al D. Lgs. 25 novembre 2016, n. 222, recante “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124”.

 

L'esercizio dell'attività di strutture ricettive turistiche è soggetto a segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ai sensi dell' articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi), corredata dalle dichiarazioni sostitutive di certificazioni e dell’atto di notorietà rese ai sensi degli articoli 46 e 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), il cui elenco è indicato nell'art. 37 della L.R. 9 dicembre 2016 n. 21.

 

Ultimo aggiornamento: Sun Apr 23 16:32:00 CEST 2017

Guida

Ultimo aggiornamento: Sun Apr 23 16:32:00 CEST 2017

Controlli

I Comuni effettuano sopralluoghi al fine di verificare l'idoneità dei locali all'esercizio dell'attività e la categoria di appartenenza, nonchè idonei controlli sulle dichiarazioni presentate; mediante la Polizia locale, esercitano le funzioni di vigilanza e di controllo, ferme restando la competenza dell'autorità di pubblica sicurezza e quella dell'autorità sanitaria nei relativi settori.

 

Ultimo aggiornamento: Sun Apr 23 16:32:00 CEST 2017

Normativa

 

 

 

Ultimo aggiornamento: Sun Apr 23 16:32:00 CEST 2017