collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati sportello

Gestione dati sportello

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti sportello
Domande inoltrate: elenco
home  » news  »  News

News

Autorizzazione paesaggistica e parere tardivo della Soprintendenza

Il parere negativo reso fuori dai termini non è più vincolante e l'ente ha l'obbligo di valutarlo autonomamente

08/10/2020  - 

Il parere negativo reso dalla sovrintendenza oltre il limite di quarantacinque giorni previsto dall'articolo 146, comma 8, del Dlgs 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) per il rilascio dell' autorizzazione paesaggistica non è più vincolante. Il che implica che l'autorità competente (Regione/Ente delegato) al rilascio del titolo ha il dovere di valutarlo autonomamente e motivatamente, in relazione a tutte le circostanze rilevanti del caso concreto, pena l'illegittimità del provvedimento finale.

Lo ha stabilito il Tar Lazio con la sentenza n. 8104/2020 accogliendo il ricorso proposto contro il provvedimento con il quale la Regione Lazio ha negato il rinnovo dell'autorizzazione paesaggistica relativa a un progetto di «completamento di una vasca a uso natatorio», sulla base del parere negativo tardivo della soprintendenza parco archeologico Appia antica.

 

Fonte:



Monica Feletig
Ultimo aggiornamento: 08/10/2020