collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati sportello

Gestione dati sportello

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti sportello
Domande inoltrate: elenco
home  » news  »  News

News

Semplificazione e attività d’impresa

Le priorità indicate dalla Conferenza delle Regioni

28/06/2021  - 

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato una "Posizione in merito alla semplificazione delle procedure amministrative connesse all'avvio e all'esercizio delle attività di impresa". Il documento è stato poi illustrato dal coordinatore della Commissione Affari istituzionali della Conferenza delle Regioni, Marco Gabusi (Asessore Regione Piemonte) in un'audizione che si è tenuta il 17 giugno 2021 (vedi "Regioni.it" n. 4093) alla Commissione parlamentare per la semplificazione.

Sono 8 i punti centrali, tra essi la previsione di un'integrazione tra gli sportelli unici attività produttive ed edilizia.

1) Interoperabilità tra i sistemi informativi delle amministrazioni coinvolte, in particolare, tra SUAP ed enti terzi. Ma servono piattaforme informatiche gestite dai Suap con cui dovrebbero dialogare gli enti terzi evitando continui scambio di Posta elettronica e doppie protocollazioni e attuando il principio del “Once only”, in base al quale i cittadini e le imprese comunicano “una sola volta” alla P.A, che può chiedere “una volta sola”. In questo contesto – per le Regioni - è indispensabile rendere operativo l'accesso gratuito alle banche dati tra le Pubbliche Amministrazioni
2) Semplificazione e standardizzazione dei regimi amministrativi e della modulistica. Con la nuova Agenda per la Semplificazione 2020-2023 va proseguita l’azione congiunta di Governo, Regioni ed Enti locali, per standardizzare e semplificare la modulistica anche in altri settori, penso alla banda ultra larga o alle autorizzazioni sismiche e paesaggistiche.
3) Riduzione del numero di enti pubblici coinvolti nel medesimo procedimento tramite una riorganizzazione delle competenze.
4) Integrare SUAP e SUE (sportello unico per l’edilizia) in un unico sportello.
5) Rendere più efficace la gestione delle procedure complesse potenziando la collaborazione tra i soggetti pubblici territoriali, compresi gli uffici territoriali di derivazione governativa nonché gli enti terzi.
6) Migliorare gli aspetti di supporto alle imprese, sia dal punto di vista consulenziale che attraverso una base dati informativa comprensiva di tutte le tipologie di attività.
7) Dare attuazione al Fascicolo informatico d’impresa e accesso gratuito alle banche dati, strumenti imprescindibili per semplificare gli adempimenti amministrativi connessi allo svolgimento dell’attività d’impresa. Sotto questo profilo – ha spiegato Gabusi - è necessario prevedere un’interoperabilità tra gli applicativi in uso dalle Camere di Commercio per la gestione della Comunicazione Unica e le piattaforme regionali SUAP esistenti.
8) Molti dei contenuti dell’Agenda della semplificazione sono stati ripresi dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e sono in linea con quanto previsto dal recente Regolamento UE 2018/1724 sul Single digital gateway. il PNRR – ha aggiunto l’assessore della Regione Piemonte - che è un’occasione importante anche per ridisegnare e semplificare coinvolgendo i Responsabili della Transizione Digitale degli enti nonché per sviluppare e praticare azioni coordinate di semplificazione/digitalizzazione. Con questo obiettivo, la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha già attivato uno specifico gruppo di Lavoro
Se vogliamo davvero rendere più semplice la vita delle imprese nel nostro Paese – ha concluso Gabusi – è urgente un'azione di multilevel governance, già avviata con l'Agenda 2020-2023, per la realizzazione di interventi strutturali di semplificazione che incidano in modo mirato sulla legislazione anche attraverso un costante monitoraggio dei risultati raggiunti, evitando l’eccesso normativo e disboscando gli oneri burocratici”.

 

Fonte:



Monica Feletig
Ultimo aggiornamento: 28/06/2021