collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco
home  »  Modulistica regionale

Modulistica regionale

Moduli "SUAP in rete"

La modulistica regionale unificata è basata su una struttura modulare, che il sistema compone automaticamente in base al procedimento selezionato.

I moduli, aggiornati con cadenza trimestrale, sono identificati dal codice, dal titolo e dalla data dell'ultima versione editata; sono realizzati in formato ODT accessibile con OpenOffice o LibreOffice.

Volendo verificare l'associazione tra procedimento selezionato e moduli associati, si cerca la scheda descrittiva dell'attività e si seleziona il procedimento dalla lista esposta sul lato destro della scheda; il sistema visualizzerà i moduli necessari per quel procedimento, obbligatori ed eventualmente, opzionali.

I moduli sono visibili anche in fase di navigazione nel Portale con il solo fine della divulgazione: la versione ufficiale è solo quella presente nella banca dati (BDP) del portale SUAP, alla quale si accede previa identificazione informatica.

Il GTR ha deciso di servirsi di OpenOffice.org o Libre Office perchè "è una suite per ufficio completa, rilasciata con una licenza libera e Open Source che ne consente la distribuzione gratuita. Legge e scrive file nei formati utilizzati dai prodotti più diffusi sul mercato e, a garanzia della futura accessibilità dei dati, nel formato OpenDocument, standard ISO. Consente inoltre l'esportazione in formato PDF.
OpenOffice.org è liberamente, gratuitamente e legalmente utilizzabile in ogni contesto, pubblico, privato, professionale e aziendale."

I file ODT devono essere aperti e salvati solo con OpenOffice o Libre Office; se aperti con WORD per WINDOWS risulteranno illeggibili o incoerenti, perchè WORD non riuscirà a interpretare correttamente le informazioni "invisibili" che ogni modulo reca con se'.

Dal 28 giugno 2018 ha avuto inizio una sperimentazione volta a migliorare l'esperienza del compilatore nell'uso del portale SUAPinrete: si tratta dei quadri web, interfacce che consentono di compilare on line alcune informazioni, che prima venivano scritte dentro il modulo .odt e non potevano essere recuperate automaticamente.
I quadri web sostituiranno progressivamente i moduli .odt.

  • SCARICA >>>>>> Modulistica Regionale (versione 19 settembre 2018)
    Per visualizzare la modulistica utilizzare l'ultima versione di OpenOffice, scaricare il file compresso sul proprio PC e quindi estrarre i file in una cartella. I file estratti saranno collocati automaticamente nelle cartelle che raggrupperanno le diverse tipologie (Moduli A, B, ecc.)

Modulo QIG

Il modulo QUADRO INFORMATIVO GENERALE (QIG) compare in qualsiasi procedimento, sia per l’avvio e l’esercizio di attività produttive, che per la costruzione del fabbricato/impianto che le ospita.
Il QIG contiene l'anagrafica del richiedente, i dati di eventuali tecnici/consulenti/procuratori, la localizzazione dell'intervento e la proprietà dell'immobile/area, le dichiarazioni di carattere generale, incluso il consenso per il trattamento dei dati personali. 

Nei procedimenti a domanda, il QIG contiene anche l'indicazione delle marche da bollo per la domanda unica e il provvedimento unico.

Il QIG viene prodotto dal portale in formato .pdf, recuperando automaticamente i dati inseriti nella prima fase della compilazione.
 

Moduli edilizia

I moduli per l'edilizia vengono usati solo per l'area "costruire", cioè per la richiesta di titoli abilitativi edilizi per i fabbricati o gli impianti produttivi.

La legge regionale 21 luglio 2017, n. 29 (Misure per lo sviluppo del sistema territoriale regionale nonché interventi di semplificazione dell'ordinamento regionale nelle materie dell'edilizia e infrastrutture, portualità regionale e trasporti, urbanistica e lavori pubblici, paesaggio e biodiversità), ed in particolare il Titolo VI “Misure di semplificazione in materia edilizia e nell'ambito della normativa tecnica delle costruzioni”, ha apportato rilevanti modifiche alla LR 19/2009 in ambito edilizio ed alla LR 16/2009 in materia sismico-strutturale.

E' stato quindi effettuato l’aggiornamento della preesistente modulistica unificata regionale in materia edilizia, adottata con decreto del Direttore centrale infrastrutture e territorio n. 949 di data 18 marzo 2015 ed  aggiornata con decreto n. 6611 di data 15/12/2016, al fine di adeguarla alle intervenute modificazioni del quadro legislativo di riferimento operate dalla richiamata LR 29/2017, nonché agli aggiornamenti apportati in sede nazionale nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni.
La modifica della disciplina in tema di agibilità ha comportato la sostituzione della previgente istanza di certificato di agibilità con la nuova segnalazione certificata di agibilità, determinando la scissione tra modulo della segnalazione certificata e modulo della relativa asseverazione.
Di conseguenza la modulistica unificata, valida sia per i procedimenti relativi a fabbricati produttivi o misti residenziali-produttivi di competenza dello SUAP, che per fabbricati ad uso esclusivamente residenziale di competenza del SUE o dell'ufficio tecnico, consta di complessivi nove moduli di seguito elencati:

  1. Richiesta di permesso di costruire (sub Allegato 1);
  2. Segnalazione certificata di inizio attività "SCIA" (sub Allegato 2);
  3. Segnalazione certificata di inizio attività "SCIA" alternativa al permesso di costruire (sub Allegato 3), che sostituisce la precedente DIA alternativa al permesso di costruire;
  4. Relazione tecnica di asseverazione (sub Allegato 4) relativa a permessi di costruire e a SCIA, anche in alternativa al permesso di costruire (sub Allegato 4);
  5. Comunicazione di inizio lavori per interventi soggetti a permesso di costruire e ad attività edilizia libera "temporanea" di cui al novellato co. 5 dell'art. 16 (sub Allegato 5);
  6. Comunicazione di inizio lavori per interventi di edilizia libera asseverata ai sensi del nuovo articolo 16 bis della LR 19/2009 (sub Allegato 6), corrispondente alla cd. CILA statale;
  7. Comunicazione di fine lavori (sub Allegato 7), da presentare anche congiuntamente alla segnalazione certificata di agibilità e relativa asseverazione;
  8. Segnalazione certificata di agibilità (sub Allegat0 8)
  9. Asseverazione (sub Allegato 9)

ed è efficace dal 7 settembre 2017.

La documentazione integrativa è estremamente variabile in funzione del procedimento selezionato e del comune in cui  si attua l'intervento - planimetrie, piante, sezioni, prospetti, relazioni, calcoli, analisi, etc.: il sistema propone un unico allegato obbligatorio multiplo con codice ADI1: duplicando tale allegato il compilatore può collocare la documentazione tecnica come meglio ritiene.
La selezione degli allegati opzionali deve essere effettuata all'atto dell'apertura della domanda.
I MODULI per l'edilizia oltre ad essere "compilabili" (possibilità di selezionare un'opzione, inserire numeri e date, scrivere brevi testi) sono anche "editabili", cioè modificabili per inserire descrizioni anche lunghe e dettagliate, come esigono le tematiche ambientali. L'editazione viene attivata cliccando sull'icona  "Modo bozza on/off"

che si trova nella barra di accesso rapido, “visualizza” - “barre degli strumenti” - "controlli per formulario": abilitando la modalità di editazione si disabilita la modalità di compilazione.

Moduli B

I moduli B si usano solo per l’avvio di impresa produttiva.


I moduli B si riferiscono al settore di attività produttiva che si esercita o si intende esercitare (es: commercio in sede fissa) e alla specifica tipologia (es: vicinato).
I moduli B contengono le informazioni di dettaglio della tipologia di attività (es: vendita di generi non alimentari), la durata (permanente, stagionale o temporanea), i soggetti in possesso dei requisiti professionali (il preposto, il rappresentante T.U.L.P.S.), eventuali vincoli (impatto acustico, requisiti igienico-sanitari, prevenzione incendi), la prevalenza di un’attività rispetto ad un’altra coesistente.
 

Moduli C

I moduli C raccolgono le informazioni sull'evento, cioè sul procedimento che si intende effettuare (avvio nuova attività, subingresso, trasferimento, ampliamento/riduzione, ecc.), indipendentemente dal settore di attività produttiva e dalla specifica tipologia.

I moduli C sono trasversali a tutte le tipologie di attività.

Moduli D

I moduli D contengono le dichiarazioni sul possesso dei requisiti morali e professionali necessari per le diverse tipologie di attività.

I requisiti morali e professionali variano in base alla tipologia di attività: l'antimafia è presente quasi in tutti i procedimenti.

I moduli D possono essere compilati da “n” soggetti: nel caso di società, ad es., il modulo D1 - Requisiti morali per commercio e somministrazione- viene compilato da tutti i legali rappresentanti, non solo dal legale rappresentante che compila il QIG, nonchè dal preposto, se nominato e dal rappresentante T.U.L.P.S., se nominato.
 

Moduli E

I moduli E sono moduli la cui compilazione è, quasi sempre, opzionale, perchè sono pertinenti solo ad alcune tipologie di attività.

Ad es., il modulo E1 (notifica impresa alimentare) serve solo in abbinamento con le attività alimentari, di produzione, vendita e somministrazione, il modulo E3 (vendita di farmaci da banco) è collegato solo ad un esercizio di commercio in sede fissa.

Alcuni moduli E identificano tipologie di attività che il SUAP invia a Enti terzi, come E7 - Sottoprodotti di origine animale, oppure E9 - Aziende avicole.
 

Moduli F

I moduli F si utilizzano quando nella domanda unica intervengono soggetti particolari.

Di essi, meritano una particolare attenzione i moduli F15  ed F15SP:

  • il modulo F15 per il conferimento della "procura speciale" (riferimenti normativi Codice Civile art. 1387-1392): non esiste un obbligo generalizzato, per cittadini ed imprese, di possedere la firma digitale; tuttavia le pratiche SUAP dovrebbero essere presentate unicamente in modalità telematica e quindi sottoscritte, per l'appunto, con firma digitale. Il soggetto non in possesso della firma digitale può ovviare all'inconveniente conferendo una “procura speciale” ad un terzo, detto procuratore. La procura speciale non può essere utilizzata per la sottoscrizione di moduli da parte di professionisti, che devono essere muniti di firma digitale per obbligo di legge;
  • il modulo F15 SP per il conferimento della “Procura speciale per i soggetti partecipanti”; per soggetti partecipanti si intendono i soggetti diversi dal titolare della pratica, che intervengono nel procedimento a vario titolo (quali i soci, il preposto, il rappresentante T.U.L.P.S., etc.) e che hanno l’obbligo di  sottoscrivere le dichiarazioni di possesso dei requisiti morali e/o professionali.

Analogamente al titolare i soggetti partecipanti avallano l'incarico per la predisposizione e l'invio della pratica telematica ad un procuratore speciale, limitatamente alle dichiarazioni di loro competenza.

Tra i moduli F sono particolarmente importanti, limitatamente ai procedimenti dell'area "costruire", i moduli F1-PF- altri intestatari Persona fisica e F1-PG- altri intestatari Persona giuridica. Si utilizzano quando vi è una molteplicità di titolari dell'area o dell'immobile.

La selezione degli allegati opzionali deve essere effettuata subito, all'atto dell'apertura della domanda.

Moduli I

I moduli I sono associati ai soli procedimenti a domanda.

Nell'area "avviare e gestire un'attività" i procedimenti a domanda sono la minoranza, perche quasi sempre è prevista la SCIA di inizio di attività o la comunicazione.

Nell'area "costruire" i procedimenti a domanda sono leggermente più frequenti, rispetto a quelli soggetti a SCIA  e a comunicazione.

Moduli PIN

I MODULI PIN si utilizzano solo per l'attivazione dei procedimenti di prevenzione incendi.

I moduli PIN sono stati approvati dal Ministero dell'Interno; sul portale vengono proposti in formato.PDF, con i contenuti ed il layout grafico conformi agli originali ministeriali.

I moduli PIN, contrariamente a tutti gli altri moduli presenti sul portale, non sono quindi proposti in formato ODT accessibile con OpenOffice.

Il compilatore li elabora sul sito del Ministero dell'Interno e li carica direttamente sul Portale.

Moduli AUA

I MODULI AUA si utilizzano solo per l'attivazione dei procedimenti di autorizzazione unica ambientale, o in fase di avvio dell'impresa produttiva, oppure in concomitanza con la richiesta di titoli abilitativi edilizi per i fabbricati o gli impianti produttivi.

I MODULI AUA oltre ad essere "compilabili" (possibilità di selezionare un'opzione, inserire numeri e date, scrivere brevi testi) sono anche "editabili", cioè modificabili per inserire descrizioni anche lunghe e dettagliate, come esigono le tematiche ambientali. L'editazione viene attivata cliccando sull'icona  "Modo bozza on/off"

che si trova nella barra di accesso rapido, “visualizza” - “barre degli strumenti” - "controlli per formulario": abilitando la modalità di editazione si disabilita la modalità di compilazione:

I moduli principali del procedimento AUA sono connotati dal "codice prefisso" AUA - SK":

  1. AUA-SKAc - Scarichi non in fognatura- Scheda A Comune
  2. AUA-SKAg - Scarichi industriali in fognatura - Scheda A Gestore
  3. AUA-SKAp- Scarichi non in fognatura- Scheda A Provincia
  4. AUA-SKB - Utilizzazione agronomica - Scheda B
  5. AUA-SKC - Emissioni in atmosfera art 269 - Scheda C
  6. AUA-SKD - Emissioni in atmosfera art 272 - Scheda D
  7. AUA-SKE - Impatto acustico  - Scheda E
  8. AUA-SKF - Fanghi - Scheda F
  9. AUA-SKG - Rifiuti - Scheda G
  10. AUA-C5  - Modifica non sostanziale
  11. AUA-SKG - Requisiti morali AUA rifiuti


I MODULI “T” si utilizzano solo nei procedimenti relativi a strutture ricettive turistiche, sono caratterizzati dal codice T e corrispondono alle  scheda di denuncia delle attrezzature e dei servizi ai fini della classificazione delle strutture ricettive turistiche di cui agli articoli 22, 24, 25, 26, 27, 29 e 30 e degli stabilimenti balneari di cui all’art. 48 della LR 21/2016 approvate con Decreto del Direttore centrale attività produttive, turismo e cooperazione 10 maggio 2018, n. 1453/PROTUR.

Moduli RD

I moduli RD contengono le relazioni descrittive associate alle diverse tipologie di attività del "sistema educativo integrato" (nidi d'infanzia; servizi integrativi, quali: a) centri per bambini e genitori; b) spazi gioco; c) servizi educativi domiciliari); d) servizi sperimentali.

I moduli RD contengono le informazioni relative a tipologia e caratteristica del servizio, requisiti organizzativi, requisiti del personale e requisiti strutturali, differenziati in funzione dello specifico servizio.

Ultimo aggiornamento: Wed Sep 19 12:21:35 CEST 2018