collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

Vendita al minuto di alcolici assoggettati ad accisa
alcolici, prodotti alcolemici, birra, vino, bevande fermentate, prodotti alcolici intermedi, alcole etilico, alcool, spiriti

Descrizione

L'art. 29 del D. Lgs 26 ottobre 1995, n. 504 Testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative disciplina il deposito di prodotti alcolici assoggettati ad accisa stabilendo che:

  1. Gli esercenti impianti di trasformazione, di condizionamento e di deposito di alcole e di bevande alcoliche assoggettati ad accisa devono denunciarne l'esercizio all'Ufficio dell'Agenzia delle dogane, competente per territorio.
  2. Sono soggetti alla denuncia di cui al comma 1 anche gli esercizi di vendita, ad esclusione degli esercizi pubblici, degli esercizi di intrattenimento pubblico, degli esercizi ricettivi e dei rifugi alpini, ed i depositi di alcole denaturato con denaturante generale in quantita' superiore a 300 litri.

L'esclusione dall'obbligo di acquisire la licenza fiscale per le attività indicate nel comma 2, è stata introdotta a partire dal 29 agosto 2017, per effetto dell'art. 1, comma 178 della “legge annuale per il mercato e la concorrenza”.

L'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, con nota del 9 ottobre 2017, n. 113015 - D.Lgs. n.504/95, art. 29, comma 2. Esercizi di vendita di prodotti alcolici. Esclusione dall’obbligo di denuncia. Campo di applicazione ha chiarito, in via interpretativa, che non sono soggetti a denuncia:
- gli esercizi di vendita di liquori o bevande alcoliche di cui all’art.86 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, già richiamati dall’art. 63, comma 5, del D.Lgs. n.504/95 ovvero quelli annessi, ad es., ad alberghi, locande, pensioni, trattorie, osterie, caffè ed esercizi similari;
- la vendita al dettaglio di alcolici in esercizi di vicinato, nelle medie o grandi strutture di vendita ovvero i negozi al minuto, supermercati ed ipermercati;
- gli esercizi di somministrazione al pubblico di bevande alcoliche, per il consumo sul posto, ovvero i ristoranti, tavole calde, pizzerie, birrerie, bar, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari;
- gli esercizi operanti con carattere temporaneo nel corso di sagre, fiere, mostre e simili;
- la vendita al dettaglio di bevande alcoliche per mezzo di apparecchi automatici
- la somministrazione di bevande alcoliche nelle mense aziendali e negli spacci annessi ai circoli privati.

Resta fermo l’obbligo di denuncia di attivazione nonché di correlata licenza fiscale per gli esercenti la vendita all’ingrosso, ivi compresi quelli esonerati ex art. 29, comma 3, del D.Lgs. n.504/95 che gestiscono i depositi a scopo di vendita.

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 19 16:07:00 CEST 2017

Regime avvio

L'avvio della vendita di prodotti nel settore degli “spiriti” è soggetto a comunicazione, che vale quale denuncia ai sensi del D. Lgs.  504/95, allo sportello unico per le attività produttive in cui l'attività ha luogo.

Il regime per l'avvio dell'attività è previsto dalla SEZIONE I- ATTIVITA' COMMERCIALI E ASSIMILABILI-PUNTO 1 -COMMERCIO SU AREA PRIVATA Attività n.1.10. Casistiche relative alla vendita di specifici prodotti pag. 22 - della tabella A allegata al D. Lgs. 25 novembre 2016, n. 222, recante “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124

Prima di iniziare la compilazione consultare le schede descrittive delle attività di competenza del SUAP:

Il SUAP trasmette la comunicazione all'Agenzia delle Dogane, ovvero l'autorità competente al rilascio della licenza fiscale di esercizio.

I termini per il rilascio del provvedimento sono fissati in 60 giorni; il SUAP notifica all'interessato il rilascio della licenza fiscale di esercizio.

 

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 19 16:07:00 CEST 2017

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 19 16:07:00 CEST 2017

Controlli

I controlli sono svolti dall'Agenzia delle Dogane.

Ultimo aggiornamento: Thu Oct 19 16:07:00 CEST 2017

Normativa

  • D. Lgs 26 ottobre 1995, n. 504  Testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative (artt. 29 e 63);
  • art. 1, comma 178 della Legge 4 agosto 2017, n. 124 Legge annuale per il mercato e la concorrenza (a partire dal 29 agosto 2017 ha escluso esplicitamente dall’obbligo di acquisire la licenza fiscale gli esercizi  pubblici, gli esercizi di intrattenimento al pubblico, gli esercizi ricettivi ed i rifugi alpini).
Ultimo aggiornamento: Thu Oct 19 16:07:00 CEST 2017