collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati sportello

Gestione dati sportello

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti sportello
Domande inoltrate: elenco

Inquinamento acustico - Deroga ai valori limite di immissione
manifestazioni temporanee, sagre, chioschi, amplificatori, diffusori, compressori, aspiratori, recettori, sorgenti sonore, concerti, spettacoli, feste, cantieri edili, stradali e assimilabili

Descrizione

L'autorizzazione comunale in deroga ai valori limite di immissione definiti dall’articolo 2, comma 3 della Legge 26 ottobre 1995, n. 447 può essere rilasciata per:

  • cantieri edili, stradali ed assimilabili
  • manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, feste popolari ed assimilabili; queste ultime possono a loro volta comprendere:

a)   i concerti, gli spettacoli, le feste popolari, le sagre, le manifestazioni di partito, sindacali, di beneficenza, i luna park, le manifestazioni sportive  e  quant’altro, con  l’impiego di sorgenti sonore (amplificate e non) che producono inquinamento acustico, purché si esauriscano in un tempo limitato e/o si svolgano in modo non permanente nello stesso sito;
b)   le  attività  di  intrattenimento  ed  allietamento  ai  sensi  del  T.U.L.P.S.,  esercitate  presso esercizi di somministrazione solo se a supporto dell’attività principale prevista dalla  licenza e per un periodo limitato di tempo (16 giornate nell’arco di un anno solare).

 

Ultimo aggiornamento: 11/06/2020

Requisiti

Gli elementi che concorrono a rendere necessaria la richiesta di autorizzazione in deroga ai limiti acustici sono indicati nelle “Linee Guida per il controllo dell'inquinamento acustico” , approvate con Decreto del Direttore Generale ARPA n. 123 del 20/05/2008.

Le Linee Guida utilizzano delle apposite check list per agevolare la comprensione della necessità, o meno, di chiedere l'autorizzazione.

La necessità della deroga ai limiti acustici per le manifestazioni dipende dal tipo di manifestazione, dalla sua durata in giorni, dalla frequenza del suo svolgimento e dagli orari di esercizio.

Tabella 2

Descrizione della manifestazione

Nr max di giorni per manifestazione

Frequenza

Limite orario

CONCERTI, SPETTACOLI, FESTIVAL e similari

6

FREQUENZA MASSIMA DI 4 GIORNI PER SETTIMANA (compreso il sound check)

23:30 nelle giornate feriali

24:00 nelle giornate prefestive e festive

INTRATTENIMENTI MUSICALI quali ad es. piano-bar esercitati a supporto di attività principale come bar, gelaterie, ristoranti, pizzerie. [NOTA 1]

16

FREQUENZA MASSIMA DI 3 GIORNI PER SETTIMANA (compreso il sound check)

23:00 nelle giornate feriali

23:30 nelle giornate prefestive e festive

SAGRE PAESANE, manifestazioni di partito, sindacali, parrocchiali, di beneficenza o altro, rilevanti e di lunga durata con intrattenimento danzante, diversi punti di spettacolo quali cabaret, piano bar, concerti, cinema, spazi dibattiti, giostre, eventi motoristici, ecc.

9

FREQUENZA MASSIMA DI 3 GIORNI PER SETTIMANA

23:00 nelle giornate feriali

24:00 nelle giornate prefestive e festive

Cinematografo all'aperto

9

FREQUENZA MASSIMA DI 2 PROIEZIONI PER SETTIMANA

23:30

Circo e luna park

21

FREQUENZA MASSIMA DI 5 GIORNI PER SETTIMANA

22:00 nelle giornate feriali

24:00 nelle giornate prefestive e festive

[NOTA 1] Nel caso di INTRATTENIMENTI MUSICALI interni ad un edificio, con presenza di unità abitative occupate adiacenti o prossime al luogo fonte di rumore o comunque significamente influenzate dallo stesso, il numero massimo di giornate è ridotto a 12 manifestazioni annue con una frequenza di un evento per settimana

 

Anche per i cantieri un'analoga check list indica in quali casi è necessario chiedere l'autorizzazione.

Ultimo aggiornamento: 11/06/2020

Regime avvio

Il rilascio dell'autorizzazione in deroga ai limiti acustici è soggetto a domanda al SUAP-SUE.

Il regime di avvio è previsto dalla SEZIONE III- AMBIENTE-PUNTO 1.6 della tabella A allegata al D. Lgs. 25 novembre 2016, n. 222, recante “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124”.

Il SUAP-SUE trasmette la domanda all'ufficio comunale competente per il rilascio dell'autorizzazione in deroga, il quale può richiedere parere tecnico all’ARPA.

Per ulteriori informazioni, l’iter amministrativo che deve osservare il Comune è descritto nell’allegato 3 alle “Linee Guida per il controllo dell'inquinamento acustico”  nei cantieri e manifestazioni,approvate con Decreto del Direttore Generale ARPA n. 123 del 20/05/2008.

Ultimo aggiornamento: 11/06/2020

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: 11/06/2020

Controlli

I controlli sulle attività rumorose sono svolti dal Comune con il supporto tecnico di ARPA.

Ultimo aggiornamento: 11/06/2020

Normativa

Ultimo aggiornamento: 11/06/2020