collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati sportello

Gestione dati sportello

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti sportello
Domande inoltrate: elenco

Funghi spontanei
funghi epigei, funghi freschi, funghi spontanei, micologo, attestato, riconoscimento

Descrizione

La vendita, la preparazione ed il preimballaggio di funghi epigei freschi e spontanei sono soggette a particolari cautele:

  • per la vendita, è necessario un attestato di idoneità al riconoscimento delle specie fungine. L'attestato è rilasciato dalle Aziende sanitarie, prima di iniziare la vendita, alla persona che eserciterà il controllo delle specie fungine. La vendita può essere iniziata presentando la segnalazione certificata di inizio attività.
  • per la preparazione ed il preimballaggio, è necessario individuare un micologo, l'unica figura qualificata al riconoscimento e al controllo dei funghi epigei freschi e spontanei nelle strutture pubbliche e private. 
Ultimo aggiornamento: 13/10/2021

Requisiti

L'attestato di idoneità al riconoscimento delle specie fungine è rilasciato dalle Aziende sanitarie competenti per territorio per il tramite del SUAP.

Il nominativo del micologo  è comunicato alle Aziende sanitarie competenti per territorio per il tramite del SUAP.

Ultimo aggiornamento: 13/10/2021

Regime avvio

La vendita, , la preparazione ed il preimballaggio  sono soggette a segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA) al SUAP, che la trasmette all'Azienda sanitaria competente per territorio.

La vendita può iniziare solo dopo che gli esercenti siano stati riconosciuti idonei alla identificazione delle specie fungine. L'attestato di riconoscimento è rilasciato dall'Azienda sanitaria, per il tramite del SUAP, come prevede l'art. 2 del DPR 14 luglio 1995, n. 376.

La preparazione ed il preimballaggio possono essere effettuate solo dopo aver comunicato al SUAP i dati identificativi del micologo, come previsto dagli artt. 2 e. 6 del DPR 14 luglio 1995, n. 376.

Il regime per l'avvio dell'attività è previsto dall’art. 19, comma 1, della legge 241/90.

L'attività può essere collegata ad altre attività di competenza del SUAP:

Ultimo aggiornamento: 13/10/2021

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: 13/10/2021

Controlli

I controlli sono svolti dall'Azienda sanitaria competente per territorio. Dal 1 gennaio 2020 le Aziende sanitarie sono:

  1. Azienda sanitaria Friuli Occidentale (AS FO); essa succede all’Azienda per l’assistenza sanitaria n. 5 “Friuli Occidentale”, semplicemente cambiando denominazione, senza modifiche all’attuale assetto organizzativo.
  2. Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina (ASU GI); essa succede all’Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste e a parte dell’Azienda per l’assistenza sanitaria n. 2 “Bassa Friulana-Isontina”, limitatamente agli ospedali di Gorizia e Monfalcone e alle strutture degli attuali distretti Alto Isontino e Basso Isontino.
  3. Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale (ASU FC); essa succede all’Azienda sanitaria universitaria integrata di Udine, all’Azienda per l’assistenza sanitaria n. 3 “Alto Friuli-Collinare-Medio Friuli” e a parte dall’Azienda per l’assistenza sanitaria n. 2 “Bassa Friulana-Isontina”, limitatamente agli ospedali di Latisana e Palmanova e alle strutture degli attuali distretti Est e Ovest.
Ultimo aggiornamento: 13/10/2021

Normativa

Ultimo aggiornamento: 13/10/2021