collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Comunicazione di impresa alimentare
produzione primaria, trasformazione, trasporto, magazzinaggio, somministrazione e vendita di alimenti, sicurezza alimentare, casette dell'acqua, tabaccherie, latte crudo, macchine erogatrici, distributori automatici

Descrizione

Chi svolge attività di produzione - anche primaria, trasformazione, trasporto, magazzinaggio, somministrazione e vendita di alimenti deve rispettare requisiti di igiene atti a garantire la salubrità degli alimenti e quindi l’assenza di contaminazioni che possano esporre i consumatori a rischi per la salute.
Per questo motivo le attività alimentari sono assoggettate ad una procedura amministrativa, che si avvia con una notifica e si conclude con la registrazione dell'attività su un data base e l’attribuzione di un codice identificativo.
La DGR 13 maggio 2016 n. 815, efficace dal 1 luglio 2016, ha previsto che, in caso si verifichino variazioni con impatto ridotto sulla sicurezza alimentare, in un'attività alimentare già avviata e notificata, è sufficiente trasmettere una semplice comunicazione di aggiornamento dei dati già dichiarati all'atto della notifica.

 

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 31 16:07:00 CET 2017

Requisiti

La DGR 13 maggio 2016 n. 815 ha sottoposto a una semplice comunicazione quelle variazioni che hanno un impatto ridotto sulla sicurezza alimentare, previste dagli artt. 7, 8, 10, 11:

Art 7 Commercio sulle aree pubbliche: aggiunta di negozio mobile o dismissione di ogni negozio mobile precedentemente segnalato. La comunicazione afferisce ad ogni negozio mobile (autobanco) utilizzato per la preparazione/vendita di alimenti deperibili che abbiano necessità di condizionamento termico per la loro conservazione, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • vendita di carni fresche;
  • vendita di prodotti ittici;
  • vendita di salumi e/o formaggi che necessitano della conservazione in frigorifero;
  • attività di produzione, preparazione e confezionamento di alimenti in genere (comprese le attività di cottura e frittura) finalizzati alla vendita/somministrazione.

 

Art. 8 Trasporto di prodotti alimentari:aggiunta o dismissione di automezzo. La comunicazione afferisce ai seguenti automezzi:

  • cisterne adibite al trasporto delle sostanze alimentari sfuse a mezzo di veicoli;
  • veicoli adibiti al trasporto degli alimenti surgelati;
  • i veicoli adibiti al trasporto delle carni fresche e congelate e dei prodotti della pesca freschi e congelati;
  • i veicoli adibiti al trasporto degli alimenti in regime di temperatura controllata.

 

Art. 10 Distributori automatici di alimenti e bevande. La comunicazione afferisce ad ogni ogni nuova installazione (successiva alla prima) o cessazione di distributori automatici, inclusa l'installazione di macchina erogatrice per l'erogazione di latte crudo.

 

Art. 11 Variazione denominazione/ragione sociale/sede legale e cessazione definitiva dell'attività alimentare.

 

Per quanto attiene ogni nuova installazione  o rimozione di distributori automatici, non è necessario inoltrare una comunicazione per ogni distributore installato o rimosso: è sufficiente inviare entro la fine del mese di gennaio dell'anno successivo a quello di esercizio, l'elenco riepilogativo degli apparecchi installati, comprensivo della loro ubicazione e della tipologia degli alimenti venduti. Questa modalità semplificata non è applicabile alle macchine erogatrici di latte crudo, ne' alle casette dell'acqua, per le quali la comunicazione deve essere effettuata per ogni installazione e rimozione.

 

 

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 31 16:07:00 CET 2017

Regime avvio

Prima di inviare la comunicazione di impresa alimentare è utile consultare:

  1. le informazioni generali relative al regime per l'avvio dell'attività
  2. le schede descrittive delle attività di competenza del SUAP:

 

che la scheda descrittiva notifica di impresa alimentare.
 
La comunicazione è inviata allo Sportello Unico per le attività produttive (SUAP), che la trasmette all’Autorità competente per i controlli.
Autorità competenti locali (ACL) sono i Dipartimenti di Prevenzione delle 5 Aziende per l’Assistenza Sanitaria (AAS) - servizi igiene degli alimenti e nutrizione e servizi veterinari.
Le ACL prestano assistenza all’OSA mediante l’ufficio/sportello notifiche.
Ultimo aggiornamento: Tue Jan 31 16:07:00 CET 2017

Guida

Prima di avviare l'attività consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 31 16:07:00 CET 2017

Controlli

I Dipartimenti di Prevenzione (D.I.P.) effettuano periodicamente, in base ad una valutazione dei rischi e con frequenza appropriata, i controlli ufficiali, finalizzati a verificare se l’OSA ha applicato correttamente le disposizioni regolamentari, con speciale riferimento al piano di autocontrollo, ove previsto.

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 31 16:07:00 CET 2017

Normativa

  • Regolamento comunitario (CE) 852/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004, sull’igiene dei prodotti alimentari;
  • Intesa 25 gennaio 2007 Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in materia di vendita diretta di latte crudo per l’alimentazione umana;

 

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 31 16:07:00 CET 2017