collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati sportello

Gestione dati sportello

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti sportello
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Commercio all'ingrosso
Cash and carry, grossista, emporio, magazzini

Descrizione

Il commercio all’ingrosso è svolto da chiunque professionalmente acquisti merci in nome e per conto proprio e le rivenda ad altri commercianti all'ingrosso o al dettaglio, o ad utilizzatori professionali e a grandi consumatori.

La vendita all'ingrosso riguarda:

  • commercianti grossisti e al dettaglio per i prodotti oggetto della loro impresa e per quelli necessari al funzionamento della stessa;
  • industriali, artigiani, esercenti servizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e altri utilizzatori professionali, per le materie prime e i prodotti necessari al funzionamento dell'impresa;
  • utilizzatori in grande, cioè le comunità, le convivenze, le cooperative di consumo regolarmente costituite e i loro consorzi, nonchè gli enti giuridici costituiti da commercianti, per gli acquisti di prodotti oggetto della loro attività.

La definizione di commercio all'ingrosso è contenuta nell'art. 4 del D. Lgs. 31 marzo 1998, n. 114 e nell'art. 2 della L.R. L.R. 5 dicembre 2005, n. 29.

Ultimo aggiornamento: 22/02/2021

Requisiti

L'esercizio del commercio all'ingrosso, ivi compreso quello relativo ai prodotti alimentari e, in particolare, ai prodotti ortoflorofrutticoli, carnei ed ittici, è subordinato esclusivamente al possesso dei requisiti di onorabilità di cui all'articolo 71, comma 1, del D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59.

 

a) REQUISITI SOGGETTIVI:

devono essere posseduti dal titolare, ovvero, in caso di società, dal legale rappresentante, dall'eventuale preposto all’attività commerciale, o dall'institore.

Il preposto è un soggetto qualificato che deve essere nominato qualora l’attività commerciale non sia esercitata direttamente dal titolare o dal legale rappresentante.

La verifica dei requisiti soggettivi relativi alle attività di commercio all'ingrosso è di competenza delle Camere di Commercio I.A.A.

 

b) REQUISITI OGGETTIVI:

I locali devono avere la pertinente destinazione d'uso prevista dall'art. 5 della L. R. 11 novembre 2009, n. 19.

Le superfici destinate al commercio all'ingrosso rimangono nettamente distinte dalle superfici destinate al commercio al dettaglio. La distinzione deve consistere in separazioni fisiche.

Ultimo aggiornamento: 22/02/2021

Regime avvio

L'avvio dell'attività è soggetto a comunicazione:

  1. o presentando al Registro delle Imprese la "COMUNICA", per la quale si rinvia ai portale delle Camere di commercio competenti per territorio;
  2. allo sportello unico per le attività produttive in cui l'attività ha luogo, opzione introdotta dalla tabella A allegata al D. Lgs. 25 novembre 2016, n. 222:

Nel caso 2) il SUAP trasmette la comunicazione alla CCIAA competente per territorio:

 

Il regime per l'avvio dell'attività è previsto dalla SEZIONE I- ATTIVITA' COMMERCIALI E ASSIMILABILI-PUNTO 1 -COMMERCIO SU AREA PRIVATA Attività n. 1.7 e 1.8  -della tabella A allegata al D. Lgs. 25 novembre 2016, n. 222.

 

L'attività di commercio all'ingrosso può essere collegata ad altre attività di competenza del SUAP:

Ultimo aggiornamento: 22/02/2021

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: 22/02/2021

Controlli

I controlli sono svolti da:
1. il Registro delle Imprese: verifica la persistenza dei requisiti dichiarati nella SCIA unica o nella comunicazione per l'esercizio di attività.

2.le Aziende sanitarie in caso di vendita di alimentari: i Dipartimenti di Prevenzione (D.I.P.) effettuano periodicamente, in base ad una valutazione dei rischi e con frequenza appropriata, i controlli ufficiali.

Ultimo aggiornamento: 22/02/2021

Normativa

Ultimo aggiornamento: 22/02/2021