collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Aziende avicole
gallus gallus, tacchini, faraone, anatre, oche, quaglie, piccioni, fagiani, pernici e uccelli corridori (ratiti), allevamento, incubatoio

Descrizione

Il D.M. 13/11/2013 stabilisce le  modalità  di registrazione delle informazioni relative alle aziende avicole nella banca dati nazionale (B.D.N.) delle  anagrafi zootecniche del Ministero della salute, gestita dal Centro Servizi Nazionale, costituito presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise.

Peravicoli” si intende il pollame, ossia animali della specie Gallus gallus, tacchini, faraone, anatre, oche, quaglie, piccioni, fagiani, pernici e uccelli corridori (ratiti) ed altri volatili allevati o comunque tenuti ai fini della riproduzione, della produzione di carne o di uova da consumo o della fornitura di selvaggina da ripopolamento.

Le informazioni registrate in B.D.N. hanno valore ufficiale e garantiscono trasparenza e visibilità al patrimonio zootecnico nazionale.

La Registrazione di nuove aziende o allevamenti nella B.D.N. ha come presupposto l’assegnazione di un codice aziendale da parte del Servizio veterinario dell’Azienda per l'assistenza sanitaria (Aas) competente per territorio, previo inoltro di una segnalazione di apertura di azienda/unità produttiva allo Sportello unico attività produttive.

Il D.M. definisce:

  1. azienda: una struttura agricola o di altro tipo, anche all’aperto, nella quale gli avicoli sono allevati o tenuti, esclusi i macelli, i mezzi di trasporto, gli impianti e stazioni di quarantena ed i posti d'ispezione frontalieri;
  2. unità produttiva: un'unità produttiva all’interno della medesima azienda, identificata univocamente, in cui è svolta una determinata attività zootecnica e della quale il servizio veterinario constata la totale indipendenza da qualsiasi altra unità della stessa azienda, sia in termini di ubicazione sia in termini di gestione del pollame o degli altri volatili ivi ospitati.

Sono unità produttive:

  • allevamento: l'insieme degli avicoli della stessa specie, o gruppo specie, e dello stesso proprietario e dello stesso detentore, presenti in una singola unità produttiva;
  • incubatoio: unità produttiva destinata all’incubazione e schiusa delle uova da cova con fornitura di pulcini di un giorno.
Ultimo aggiornamento: Tue Jan 24 16:07:00 CET 2017

Requisiti

Per l’avvio dell’attività è necessario possedere i seguenti requisiti:

a) REQUISITI SOGGETTIVI, che riguardano il soggetto che svolge l’attività avicola

Si definisce:

  • proprietario: la persona fisica o giuridica che ha la proprietà degli animali e la loro piena disponibilità, a titolo permanente o provvisorio;
  • detentore: la persona fisica o giuridica responsabile anche temporaneamente degli animali. Qualora non coincida col proprietario degli animali, il detentore è formalmente individuato dal proprietario degli animali. In caso di contratto di soccida, il soccidario rappresenta il detentore e il soccidante il proprietario degli animali.


b) REQUISITI OGGETTIVI, che riguardano invece i locali ove l’attività viene svolta.

L’attività deve essere svolta  nel rispetto dei requisiti edilizio-urbanistici, ambientali ed igienico-sanitari.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 24 16:07:00 CET 2017

Regime avvio

Prima di iniziare la compilazione consultare:

  1. le informazioni generali relative al regime per l'avvio dell'attività

 

L'esercizio dell'attività è subordinato alla presentazione di una segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) allo sportello unico per le attività produttive e per le attività di servizi presso il Comune (SUAP).

La SCIA è inoltrata dal detentore, o suo delegato, anche se non coincidente con il proprietario.

Fatte le dovute verifiche volte ad acquisire tutte le informazioni relative alla presenza del nuovo insediamento, lo Sportello Unico trasmette all'Azienda per l'assistenza sanitaria competente per territorio (Aas) la pratica completa relativa alla nuova azienda o allevamento.

L’Aas, se del caso, registra l’azienda o l’allevamento in B.D.N. previa assegnazione del codice aziendale che viene comunicato al SUAP, per il successivo inoltro all'interessato.

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 24 16:07:00 CET 2017

Guida

Prima di avviare l'attività può essere utile consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 24 16:07:00 CET 2017

Controlli

Gli uffici interni e gli enti terzi che effettuano i controlli sull'attività sono:

  1. il Comune: verifica la persistenza dei requisiti edilizio-urbanistici ed ambientali dichiarati nella SCIA per l’esercizio di attività avicole.
  2. le Aziende per l'assistenza sanitaria: procedono all’assegnazione del codice aziendale, alla registrazione nella B.D.N. ed  esercitano le funzioni di vigilanza per gli aspetti igienico-sanitari.
Ultimo aggiornamento: Tue Jan 24 16:07:00 CET 2017

Normativa

Ultimo aggiornamento: Tue Jan 24 16:07:00 CET 2017