collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco
home  »  Normativa

La normativa di riferimento per i SUAP

Normativa comunitaria

  • Direttiva servizi (Direttiva 2006/123/CE) del Parlamento Europeo e del Consiglio del 12 dicembre 2006
    Obiettivo della direttiva è creare le condizioni necessarie per il completo esercizio della libertà di stabilimento e della libertà di prestazione di servizi nell'Unione Europea. Tutte le procedure e formalità per poter svolgere attività di servizi vengono affidate a "punti di contatto" che si chiamano Sportelli unici, cui compete il rilascio delle autorizzazioni ancora necessarie per l'avvio di tali attività, senza che ciò pregiudichi la ripartizione di funzioni e competenze tra le Autorità.

Normativa regionale

  • Legge regionale del 12 febbraio 2001, n. 3
    La legge disciplina i procedimenti relativi all'avvio e all'esercizio di attività produttive e di attività di servizi attraverso l'istituzione del SUAP
  • D. P. Reg. 23 agosto 2011 n. 206
    Il regolamento disciplina le modalità di organizzazione, di gestione, di implementazione e di accesso al Portale dello sportello unico per le attività produttive e per le attività di servizi, istituendo un apposito Gruppo tecnico che analizza l’evoluzione legislativa, procedimentale e tecnologica afferente alle funzioni SUAP alla gestione del Portale; definisce indicazioni tecniche per gli sportelli unici e le altre amministrazioni pubbliche ai fini dell’implementazione e della manutenzione dei contenuti informativi delle banche dati del Portale, nonché le specifiche funzionali del portale ed i contenuti informativi standardizzati; propone misure di semplificazione e di armonizzazione dei procedimenti di competenza dello sportello unico; valuta ed esamina le proposte di aggiornamento del Portale presentate dai Comuni o dalle Camere di commercio.

Giurisprudenza

  • CORTE COSTITUZIONALE - Sentenza 27 marzo 2014, n. 54
    Con la pronuncia 54/2014 la Corte Costituzionale dichiara l’illegittimità costituzionale degli artt. 10, commi 68 e 69, lettera a), 12, commi 30 e 31, e 14, commi 43 e 44, della L.R. Friuli-Venezia Giulia 29 dicembre 2010, n. 22 (Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale e annuale della Regione – legge finanziaria 2011), che aveva procrastinato il terìmine fissato dal D.P.R. 160/2010 per l'attuazione degli Sportelli Unici attività produttive. La disciplina dello sportello unico per le attività produttive riguarda non solo la regolamentazione dei compiti e del funzionamento degli sportelli, ma anche il termine entro cui questi ultimi debbono essere attivati. Questa Corte ha già chiarito che tale disciplina rientra nella materia del «coordinamento informativo statistico ed informatico dei dati della amministrazione statale, regionale e locale» (sentenza n. 15 del 2010). Detta materia è affidata alla competenza legislativa esclusiva dello Stato, ai sensi dell’art. 117, secondo comma, lettera r), Cost., e non è indicata dagli artt. 4 e 5 dello statuto della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia tra le materie di potestà legislativa regionale. Le disposizioni regionali impugnate, nell’estendere il termine stabilito dalla normativa statale per l’attivazione degli sportelli unici, hanno violato l’art. 117, secondo comma, lettera r), Cost. Va dunque dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 10, commi 68, e 69, lettera a), della legge della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia n. 22 del 2010.
  • CORTE COSTITUZIONALE - Sentenza 21 gennaio 2010, n. 15
    La materia del SUAP, secondo la Corte Costituzionale, è affidata alla competenza legislativa esclusiva dello Stato, rientrando, ai sensi dell’art. 117, secondo comma, lettera r), della Costituzione, nell'alveo del «coordinamento informativo statistico ed informatico dei dati della amministrazione statale, regionale e locale».
  • CORTE COSTITUZIONALE - Sentenza 10 luglio 2002, n. 376
    La sentenza stabilisce che "quello che la legge configura, è una sorta di "procedimento dei procedimenti", cioè un iter procedimentale unico in cui confluiscono e si coordinano gli atti e gli adempimenti facenti capo a diverse competenze, richiesti dalle norme in vigore perchè l'insediamento produttivo possa essere legittimamente realizzato. In questo senso quelli che erano, in precedenza, autonomi provvedimenti, ciascuno dei quali veniva adottato sulla base di un procedimento a se stante, diventano "atti istruttori" al fine dell'adozione dell'unico provvedimento conclusivo, titolo per la realizzazione dell'intervento richiesto".

Pareri

  • Pareri Servizio commercio (Regione FVG)
    I pareri presenti in questa sezione abbracciano tutte le attività di commercio al dettaglio, su area privata e pubblica, di commercio della stampa quotidiana e periodica, di somministrazione di alimenti e bevande, nonchè argomenti correlati e chiarimenti su istituti di carattere generale, come il subingresso.
  • Pareri edilizia (Regione FVG)
    I pareri presenti in questa sezione analizzano questioni specifiche afferenti all'applicazione del Codice regionale dell'edilizia (L.R. 19/2009).
Ultimo aggiornamento: Sun Dec 11 11:33:01 CET 2016