collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco
home  » news  »  News

News

Telecomunicazioni

AS1576 - ROMA CAPITALE - OSTACOLI NELL’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE MOBILE

08/04/2019  - 

Con la segnalazione in oggetto l'Autorità Garante della concorrenza e del mercato interviene sul Regolamento per la localizzazione, l'installazione e la modifica degli impianti di telefonia mobile di Roma Capitale, le cui previsioni sembrano "...configurare un ostacolo ingiustificato all’installazione degli impianti di telecomunicazione mobile, opere di urbanizzazione primaria, in contrasto con la costante giurisprudenza costituzionale e amministrativa che ha sancito la necessità di individuazione di aree di installazione che garantiscano il servizio di telecomunicazione (Cfr. Corte Costituzionale, sentenze nn. 307/2003 e 331/2003, nonché ex multis Consiglio di Stato sentenze nn. 3891/2017, 3853/2017, 2073/2017, 1361/2014, 3282/2010, 1767/2008, 3156/2007, 3452/2006, 3098/2002.)
Secondo tale giurisprudenza, infatti, “le disposizioni poste a tutela di siti sensibili sono legittime se comunque consentono «una sempre possibile localizzazione alternativa» e non determinano invece «l’impossibilità della localizzazione»” e “tanto deve avvenire a condizioni tecnicamente ed economicamente sostenibili”.

Il divieto di installazione di impianti di trasmissione radiomobile, pertanto, risulta illegittimo nella misura in cui rende impossibile la copertura radiomobile di determinate aree. Il diniego all’installazione in deroga e, parimenti l’assenza di una localizzazione alternativa tra i siti preferenziali a norma dell’art. 3 del Regolamento, appare comportare una limitazione e/o un ostacolo irragionevoli all’installazione di impianti di telecomunicazione, in quanto nel concreto non consentono una localizzazione alternativa necessaria all’erogazione del servizio di pubblica utilità.
Nel caso di specie, quindi, il limite di localizzazione previsto dall’articolo 4 del Regolamento appare integrare un limite generalizzato che impedisce l’installazione di impianti di telecomunicazione in ampie aree del territorio e, di conseguenza, l’erogazione del servizio pubblico di telecomunicazioni.....

 

Consulta il testo della segnalazione:



Monica Feletig
Ultimo aggiornamento: 08/04/2019