collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati sportello

Gestione dati sportello

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti sportello
Domande inoltrate: elenco
home  » news  »  News

News

Covid-19, ecco il nuovo DPCM

13/10/2020  - 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 13 ottobre 2020 sulle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Covid-19.

E' stato firmato e formalizzato il nuovo DPCM 'anti Covid-19' per far fronte all'aumento della curva epidemiologica: il DPCM del 13 ottobre 2020, disponibile in allegato assieme a tutti gli Allegati, entrerà in vigore dal 14 ottobre 2020 sostituendo il DPCM del 7 agosto 2020, come prorogato dal DPCM del 7 settembre 2020, e sarà 'operativo' fino al 13 novembre 2020.

Le novità più importanti riguardano le feste private, gli orari dei locali, gli sport di contatto e la raccomandazione per l'uso della mascherina anche in contesti familiari.

Spettacoli, teatri, cinema

Il DPCM conferma il limite di partecipanti per gli spettacoli al chiuso, 200, e all'aperto, 1.000, con il rispetto della distanza di un metro tra un posto e l'altro e l'assegnazione dei posti a sedere.

Anche qui, come per gli eventi sportivi, Regioni e Province possono decidere in autonomia, d'intesa con il Ministro della Salute, un numero massimo diverso di spettatori.

Locali pubblici: nuove regole per bar e ristoranti

Le nuove misure per frenare la movida riguardano bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie.

Nel decreto si legge che "Le attività dei servizi di ristorazione sono consentite fino alle 24 con servizio al tavolo, e sino alle 21 in assenza di servizio al tavolo".

Resta consentita la "ristorazione con consegna a domicilio" e la "ristorazione con asporto" ma "con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze dopo le 21".

Feste e serate nei locali vietate, in casa massimo in 6. Ok per le fiere

Il DPCM conferma la serrata per le discoteche e in generale tutte le feste, pubbliche e private. "Restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. Sono vietate le feste in tutti i luoghi al chiuso e all'aperto".

Si potrà 'festeggiare' al ristorante, purché si stia seduti e dunque seguendo le regole già previste con il distanziamento e la mascherina obbligatoria quando non si sta al tavolo.

La lettera n del comma 6 dell'art.1 dispone nello specifico che "le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose possono svolgersi conla partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti. Quanto alle abitazioni private, è comunque fortemente raccomandato di evitare feste e di ricevere persone non conviventi di numero superiore a 6. Sono consentite le manifestazioni fieristiche ed i congressi, previa adozione di Protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico di cui all' art. 2 dell'ordinanza 3 febbraio 2020, n. 630, del Capo del Dipartimento della protezione civile, e secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni ed alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro".



Monica Feletig
Ultimo aggiornamento: 13/10/2020