collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco
home  » news  »  News

News

Conferenza dei servizi e opposizione dei Sindaci

Conferenza di servizi, Comuni senza potere di opposizione - di Giuseppe Latour

08/10/2019  - 

Meno spazi per il dissenso dei Comuni alla fine della conferenza di servizi.

È questo, in sintesi, il senso del parere appena pronunciato dalla prima sezione del Consiglio di Stato (datato 30 settembre 2019), che ha così risposto a un quesito di Palazzo Chigi. Al centro dell' analisi c'è l' articolo 14 quinquies della legge 241/1990, introdotto dalla riforma del 2016: questo consente alle amministrazioni «preposte alla tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, dei beni culturali o alla tutela della salute e della pubblica incolumità», che abbiano già espresso il loro dissenso durante la conferenza, di proporre opposizione direttamente alla presidenza del Consiglio, «avverso la determinazione motivata di conclusione della conferenza, entro 10 giorni dalla sua comunicazione». In sostanza, si tratta di un potere che tutela alcuni interessi particolarmente sensibili...

I giudici..escludono la legittimazione dei sindaci «a sollevare opposizione» in base all' articolo 14 quinquies...

Stando alla definizione della legge 241/1990 il Comune non può, quindi, essere considerato amministrazione preposta alla tutela di quegli ambiti sensibili. Una conclusione diversa finirebbe per complicare il quadro, rallentando i procedimenti, «in evidente contraddizione» con le ragioni della riforma.

Detto questo, la regola potrebbe avere delle eccezioni. Il Consiglio di Stato, infatti, spiega che bisogna considerare il «non infrequente ricorso», nella legislazione regionale in materia ambientale, a forme di delega di funzioni di tutela agli enti locali. Se, quindi, in linea generale i Comuni sono esclusi, il potere di opposizione potrebbe considerarsi applicabile a casi particolari, da valutare volta per volta.


Fonte:



Monica Feletig
Ultimo aggiornamento: 08/10/2019