collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati sportello

Gestione dati sportello

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti sportello
Domande inoltrate: elenco
home  » news  »  News

News

Cantieri edilizia privata: la guida ANCE alle restrizioni

ANCE ha pubblicato l'aggiornamento al 25 marzo della guida "Covid-19: nuovi aggiornamenti per le imprese edili"

26/03/2020  - 

L'Associazione nazionale costruttori edili (ANCE) ha redatto una guida completa (quinto aggiornamento, 25 marzo 2020) cui attenersi in cantiere "ai tempi dell'emergenza Coronavirus". La guida è stata aggiornata al DPCM 22 marzo 2020, che ha colpito in modo sostanziale la gestione dei cantieri di edilizia privata, di cui in precedenza non era stata disposta la sospensione.

Il DPCM 22 marzo 2020 ha infatti sospeso, con decorrenza dal 23 marzo 2020 e, per il momento, fino al 3 aprile 2020, l’attività di molti cantieri (ad eccezione delle attività rientranti nella lista dei Codici ATECO di cui all'Allegato 1).

La guida sottolinea, tra l'altro, che le imprese devono presentare al Comune in cui sorge il cantiere una comunicazione cautelativa, finalizzata a:

  • comunicare il rinvio dell'inizio dei lavori (se ancora non sono state eseguite opere comprovanti l'effettivo avvio dei lavori);
  • sospendere i lavori (attività di cantiere in esecuzione);
  • chiedere la modifica dei termini per l'eventuale rateizzazione degli oneri urbanizzazione.
Nella comunicazione andrà indicato che la sospensione è conseguente alle indicazioni del DPCM 22 marzo 2020 e del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 (la guida contiene anche dei fac-simile di comunicazione).

In ogni caso alla ripresa delle attività sarà opportuno inoltrare al Comune una ulteriore comunicazione in tal senso.

Ai fini della sospensione/rinvio dei lavori si ritiene applicabile quanto stabilito dall'articolo 103 del DL 18/2020, ossia la conservazione della validità fino al 15 giugno 2020 dei titoli e delle autorizzazioni scadute/in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020. È evidente che nella legge di conversione del decreto legge il termine del 15 aprile sarà quasi sicuramente posticipato ad altra data.

La guida si sofferma sulle tante problematiche conseguenti alla sospensione coatta dei cantieri, fornendo, tra le altre, utili indicazioni in merito alla sospensione dei versamenti oneri di urbanizzazione, costi di costruzione e altri oneri comunali.

 

Fonte:



Monica Feletig
Ultimo aggiornamento: 26/03/2020