collegamento al portale della Regione Friuli Venezia Giulia
La mia anagrafica

Anagrafica

Gestione dati Suap

Gestione dati suap

Le mie domande
Area operatori
Riferimenti SUAP
Domande inoltrate: elenco

per avviare e gestire un'attività

Inquinamento acustico - Deroga ai valori limite di immissione
manifestazioni temporanee, sagre, chioschi, amplificatori, diffusori, compressori, aspiratori, recettori, sorgenti sonore, concerti, spettacoli, feste, cantieri edili, stradali e assimilabili

Descrizione

Manifestazioni temporanee caratterizzate da concerti, spettacoli, feste popolari, sagre, manifestazioni di partito, sindacali, di beneficenza, luna park, manifestazioni sportive, con l’impiego di sorgenti sonore (amplificate e non) che producono inquinamento acustico, purché si esauriscano in un tempo limitato e/o si svolgano in modo non permanente nello stesso sito sono soggette al rilascio di un'autorizzazione comunale in deroga, nonchè al rispetto delle disposizioni del Piano comunale di classificazione acustica eventualmente adottato ai sensi dell'art. 6, comma 1, lettera e) delle Legge 447/1995.

L'autorizzazione comunale in deroga è necessaria anche per le attività di intrattenimento ed allietamento esercitate presso esercizi di somministrazione, a supporto dell’attività principale e per un periodo limitato di tempo (16 giornate nell’arco di un anno solare).

La stessa autorizzazione può essere necessaria anche per cantieri edili, stradali e assimilabili.

Ultimo aggiornamento: Fri Feb 16 16:07:00 CET 2018

Requisiti

Un’attività che produca, seppur temporaneamente, inquinamento acustico “disturbante” è soggetta a domanda di autorizzazione ai sensi dell'art. 6 comma 1, lettera h) della legge 447/1995, in deroga ai limiti acustici.

Gli elementi che concorrono a rendere necessaria la richiesta di autorizzazione in deroga ai limiti acustici sono indicati nella tabella 2 delle “Linee Guida per il controllo dell'inquinamento acustico” ” approvate con Decreto del Direttore Generale ARPA n. 123 del 20/05/2008: si tratta del tipo di manifestazione, della sua durata in giorni, della frequenza del suo svolgimento e degli orari di esercizio.

Tabella 2

Descrizione della manifestazione

Nr max di giorni per manifestazione

Frequenza

Limite orario

CONCERTI, SPETTACOLI, FESTIVAL e similari

6

FREQUENZA MASSIMA DI 4 GIORNI PER SETTIMANA (compreso il sound check)

23:30 nelle giornate feriali

24:00 nelle giornate prefestive e festive

INTRATTENIMENTI MUSICALI quali ad es. piano-bar esercitati a supporto di attività principale come bar, gelaterie, ristoranti, pizzerie. [NOTA 1]

16

FREQUENZA MASSIMA DI 3 GIORNI PER SETTIMANA (compreso il sound check)

23:00 nelle giornate feriali

23:30 nelle giornate prefestive e festive

SAGRE PAESANE, manifestazioni di partito, sindacali, parrocchiali, di beneficenza o altro, rilevanti e di lunga durata con intrattenimento danzante, diversi punti di spettacolo quali cabaret, piano bar, concerti, cinema, spazi dibattiti, giostre, eventi motoristici, ecc.

9

FREQUENZA MASSIMA DI 3 GIORNI PER SETTIMANA

23:00 nelle giornate feriali

24:00 nelle giornate prefestive e festive

Cinematografo all'aperto

9

FREQUENZA MASSIMA DI 2 PROIEZIONI PER SETTIMANA

23:30

Circo e luna park

21

FREQUENZA MASSIMA DI 5 GIORNI PER SETTIMANA

22:00 nelle giornate feriali

24:00 nelle giornate prefestive e festive

[NOTA 1] Nel caso di INTRATTENIMENTI MUSICALI interni ad un edificio, con presenza di unità abitative occupate adiacenti o prossime al luogo fonte di rumore o comunque significamente influenzate dallo stesso, il numero massimo di giornate è ridotto a 12 manifestazioni annue con una frequenza di un evento per settimana

Ultimo aggiornamento: Fri Feb 16 16:07:00 CET 2018

Regime avvio

Il rilascio dell'autorizzazione in deroga ai limiti acustici è soggetto a domanda, presentata allo sportello unico perle attività produttive.

Il regime di avvio è previsto dalla SEZIONE III- AMBIENTE-PUNTO 1.6 della tabella A allegata al D. Lgs. 25 novembre 2016, n. 222, recante “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124”.

 

Il SUAP trasmette la domanda all'ufficio comunale competente per il rilascio dell'autorizzazione ind eroga, il quale può richiedere parere tecnico all’ARPA.

Per ulteriori informazioni, l’iter amministrativo che deve osservare il Comune è descritto nell’allegato 3 alle “Linee Guida per il controllo dell'inquinamento acustico” approvate con Decreto del Direttore Generale ARPA n. 123 del 20/05/2008.

Ultimo aggiornamento: Fri Feb 16 16:07:00 CET 2018

Guida

Prima di avviare la compilazione consultare la Guida alla compilazione telematica.

Ultimo aggiornamento: Fri Feb 16 16:07:00 CET 2018

Controlli

I controlli sulle attività rumorose sono svolti dal Comune con il supporto tecnico di ARPA.

Ultimo aggiornamento: Fri Feb 16 16:07:00 CET 2018

Normativa

Ultimo aggiornamento: Fri Feb 16 16:07:00 CET 2018